menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si chiude il progetto "Tricolore vivo": premiate tre scuole

L'iniziativa è stata promossa dall'associazione italiana genitori A.Ge. onlus. I riconoscimenti sono andati all'istituto comprensivo statale di Prizzi, all'istituto Cusmano di Palermo e al magistrale statale "Regina Margherita"

Tre scuole sono state premiate nell'ambito del concorso "Tricolore Vivo - La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell'uomo...". La cerimonia si è svolta a Villa Niscemi, alla presenza del sindaco Leoluca Orlando, dell'assessore allo Sport, Giuseppe Gini, del presidente dell'associazione italiana genitori A.Ge. onlus, che ha promosso il concorso, Sebastiano Maggio. Presenti anche le autorità civili e militari. La giornata si è aperta con l’alzabandiera e l'Inno nazionale, e ha visto anche l'esibizione dell'orchestra dell'Istituto comprensivo "Ciro Scianna" di Bagheria.

"Esprimo apprezzamento e gratitudine all'A.Ge. per l'impegno profuso nell'organizzare questa manifestazione - ha dichiarato Orlando - perchè collega opportunamente all'unità nazionale e alla bandiera il rispetto dei diritti dell'uomo e della persona. La bandiera tricolore - ha continuato - non è un semplice pezzo di stoffa di tre colori, ma il simbolo del valore profondo dell'unità e, più in generale, dello stare insieme pur conservando ognuno la propria diversità e partendo dall'idea che insieme si può".

Queste le scuole premiate: l'istituto comprensivo statale di Prizzi per la poesia in dialetto siciliano/prizzese dal titolo "U' nummaru du"; l'istituto G. Cusmano di Palermo per il manufatto "La giostra dei diritti"; l'Istituto magistrale statale "Regina Margherita" per la poesia "Diritti e doveri".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento