menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Donati giocattoli nuovi all'Istituto Pertini per i bambini della scuola dell'infanzia

Una delegazione composta dai segretari di Cgil Palermo e Cgil Sicilia, Flc Cgil Palermo e Flc Cgil Sicilia, ha incontrato stamattina la dirigente scolastica Antonella Di Bartolo

Dopo i computer e la stampante, la Cgil e la Flc hanno donato oggi alla Scuola Pertini dello Sperone i giochi per i bambini della scuola dell'infanzia. Una delegazione composta  dai segretari di Cgil Palermo e Cgil Sicilia, Flc Cgil Palermo e Flc Cgil Sicilia, ha incontrato  stamattina la dirigente scolastica Antonella Di Bartolo, dopo la visita fatta a ridosso dell'atto vandalico contro la scuola,  e ha consegnato una cinquantina di confezioni di giochi e giocattoli per i bambini, tra cui palloni, pupazzi, pennarelli, e confezioni di costruzioni in legno.

 “Abbiamo ritenuto opportuno essere qui per manifestare la nostra vicinanza a un'istituzione scolastica fortemente impegnata sul territorio, al quale va tutto il nostro sostegno per poter riprendere a svolgere la sua funzione formativa dentro e fuori la scuola -  dichiarano i componenti della delegazione composta dal segretario generale  Enzo Campo e dalla segretaria Anna Maria Tirreno per la Cgil Palermo, dal segretario generale Cgil Sicilia Alfio Mannino e dai segretari generali Flc Cgil Palermo e Flc Cgil Sicilia Fabio Cirino e Adriano Rizza -. Troppo grosso lo sfregio ricevuto dalla comunità scolastica. Il nostro piccolo gesto di solidarietà vuole essere  un segnale forte e chiaro per dire che la società civile e le forze sociali e sindacali sono vicine, sono a guardia dei luoghi del sapere e della formazione, dove crescono le future generazioni. E' importante per noi essere qui e lanciare il messaggio che la scuola non è sola”. 

“La violenza  perpetrata ai danni dell'intera istituzione scolastica, e soprattutto ai danni dei più piccoli,  privati e depredati dei loro giochi, imbrattati dai vandali con i loro escrementi, la riteniamo un gesto intollerabile – aggiungono Campo, Tirreno, Mannino, Cirino e Rizza -   Ci siamo sentiti moralmente in dovere aiutare l'istituzione scolastica. La reazione della dirigente scolastica è un virus contagioso e benefico, che fa sistema per uno sviluppo positivo e un ruolo ancora più attivo della scuola nel quartiere. Abbiamo molto apprezzato il fatto che tutti gli attori della scuola, dal collaboratore scolastico alla preside, dagli alunni ai genitori, siano direttamente coinvolti: questo  dà l'idea di cosa vuole dire il senso di appartenenza alla comunità scolastica. Siamo contenti di esser qui oggi, la scuola può  contare sul sostegno della Cgil”.

“Ringraziamo la Cgil – ha  detto Antonella Di Bartolo - per questo atto concreto di solidarietà, che è venuto davvero dal cuore, nato dalla richiesta spontanea di una   nostra collaboratrice scolastica. Una richiesta  raccolta immediatamente dagli amici della Cgil, che una settimana fa erano stati già qui per esprimerci vicinanza  donandoci dei computer, per aiutarci a rimetterci in piedi. Questi giochi andranno ad animare le attività dei nostri  bambini,  quando ripartiremo a settembre più forti di prima, e sentiremo la presenza accanto a noi di chi ci è stato vicino”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento