Cronaca

Assistenza ai disabili nelle scuole: "Fondi già stanziati, interruzione servizi inaccettabile"

Lo denuncia Marianna Caronia, deputata regionale di Forza Italia, che punta il dito contro la Città metropolitana: "Così si fa un danno a studenti, famiglie e lavoratori. La Regione ha reso disponibili 4 milioni e mezzo, grazie a un mio emendamento al bilancio"

"Dopo l’avvenuto stanziamento da parte dell’assessorato alle Politiche sociali, delle somme per l’assistenza agli studenti con disabilità, frutto dell’emendamento da me proposto al bilancio regionale e che ha coperto il fabbisogno fino alla fine dell’anno scolastico, è incredibile e incomprensibile che la Città metropolitana di Palermo annunci l’interruzione del servizio per carenza di fondi".

Lo ha dichiarato Marianna Caronia, deputata regionale di Forza Italia, commentando la decisione annunciata dai dirigenti dell'ex Provincia d'interrompere l'assistenza a circa 800 studenti con disabilità intellettive e di proseguire, solo fino a fine febbraio, quella per gli studenti con disabilità sensoriali.

Per Caronia, "si tratta di un annuncio, già comunicato agli operatori incaricati di svolgere il servizio, del tutto immotivato, che lede diritti fondamentali ed espone la ex Provincia a cause legali il cui esito è scontato alla luce di centinaia di provvedimenti emessi nel tempo dal Tar. Un danno agli studenti e alle loro famiglie, un danno ai lavoratori che espletano il servizio, un danno alla stessa Città metropolitana che sarà comunque costretta ad adempiere ai propri obblighi".

Per l’assistenza agli studenti con disabilità sono già stanziati e disponibili quasi 4 milioni e mezzo. Fondi che dovranno garantire la didattica ad oltre 800 studenti già fortemente penalizzati dalle incertezze e difficoltà di svolgimento delle lezioni legate al Covid.

Caronia, che parla di "vicenda incredibile e incomprensibile" lancia un appello direttamente al sindaco della Città metroplitana Leoluca Orlando: "Non posso che richiamarlo perché già oggi intervenga in modo chiaro per evitare che l'ente da lui diretto commetta un grave errore le cui prime vittime, come ho detto, saranno gli studenti con disabilità, che certamente più di altri già in questi mesi hanno subito le conseguenze gravi delle incertezze e delle difficoltà di svolgimento dell’attività didattica".

E il sindaco Orlando raccoglie subito il richiamo: "Ho già disposto tramite il segretario generale, Antonella Marascia, nel corso delle settimane preparatorie al rientro a scuola degli studenti medi superiori, che siano garantiti gli inviolabili diritti allo studio e all'assistenza ai disabili. Ho altresì sollecitato le competenti funzioni dirigenziali a porre in essere, con la massima urgenza, quanto necessario per l'attivazione dei servizi di assistenza agli studenti con disabilità. Segnalando, inoltre, la doverosità degli adempimenti e richiamando eventuali responsabilità per il mancato rispetto dei diritti degli studenti".  

L'assistenza ai disabili nelle scuole, ricorda la consigliera comunale del M5S Viviana Lo Monaco, è un "servizio essenziale al quale gli enti pubblici non possono derogare e che andrebbero programmati con grande anticipo. Nessuna ragione politica, amministrativa o economica può rendersi complice della mancata garanzia del diritto allo studio, configurandosi come violazione del principio di non discriminazione delle persone più fragili, creando disparità di trattamento tra gli studenti e ledendo la dignità della persona".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assistenza ai disabili nelle scuole: "Fondi già stanziati, interruzione servizi inaccettabile"

PalermoToday è in caricamento