rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Cronaca

Scuola, Barranca (Cisal): "Necessarie linee guida per i disabili"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"Convitto, semiconvitto, attività integrative extrascolastiche, assistenza all’autonomia e alla comunicazione, comunicazione, assistenza igienico sanitaria e trasporto: sono tutti servizi indispensabili per una piena ed effettiva integrazione scolastica e tutti hanno la stessa importanza, come prevede l’articolo 27 della legge regionale del 4 agosto 2015. Si tratta di servizi della Regione Siciliana e delegati alle Città metropolitane e ai liberi Consorzi Comunali che a oggi non funzionano come dovrebbero. Alcuni fanno fatica a partire e subiscono interruzioni in corso d’opera altri non sono mai partiti". Lo dice il segretario generale del sindacato autonomo attività sociali Cisal, Angelo Barranca, che aggiunge: "Ci fa piacere apprendere dalla seduta della seconda commissione del 26/07/2017 dell’ incremento di altri 12.850.000 euro che vanno ad incrementare  19.150.000 che erano stati stanziati ma che non bastano, visto che il fabbisogno regionale dichiarato è di 22.634.310,49. Riteniamo valida l’operazione di attrarre tali servizi alla Regione, ma l’assessorato competente deve fornire alle ex Provincie delle linee guida sullo svolgimento e sui costi, altrimenti tale servizio non sarà mai omogeneo in tutta la Sicilia. La Cisal attività sociali vigilerà affinché tali somme stanziate siano dedicate ai ragazzi disabili e mai permetterà che eventuali avanzi di somme, se mai ce ne fossero,siano utilizzati per coprire costi antecedenti il 2017. Ancora siamo in tempo affinché tali attività si avviino entro il 14 settembre come avviene per tutti i ragazzi normodotati e volendo ricordare, per chi non vive questa realtà, che la disabilità purtroppo non finisce il 9 giugno con la chiusura delle scuole. Ricordiamoci anche in estate che questi ragazzi non devono essere abbandonati dalle istituzioni che invece dovrebbero essere i loro garanti".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola, Barranca (Cisal): "Necessarie linee guida per i disabili"

PalermoToday è in caricamento