menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scuola, gli istituti sede di seggio elettorale potranno rinviare l'inizio delle lezioni al 24 settembre

Lo prevede il secondo decreto dell'assessore regionale all'Istruzione, Roberto Lagalla, sul calendario scolastico. A Palermo, i plessi interessati sono 128. Regole anti Coronavirus, ancora tanti i nodi da sciogliere

Le scuole sede di seggio elettorale potranno posticipare l'inizio delle lezioni al 24 settembre. Lo prevede il secondo decreto dell'assessore regionale all’Istruzione, Roberto Lagalla, sul calendario scolastico.

"Le istituzioni scolastiche, che saranno utilizzate quali sedi della prossima consultazione referendaria del 20 e 21 settembre - ha scritto Lagalla - hanno facoltà di determinare l’inizio delle lezioni a far data dal 24 settembre 2020". In Sicilia, l’avvio delle lezioni è previsto per lunedì 14 settembre, per concludersi martedì 8 giugno dopo almeno 200 giorni di attività didattiche. Solo a Palermo, i plessi scolastici sede di seggio elettorale sono 128.

Frattanto, ritardi e incertezze aleggiano sull'avvio della scuola: nell'Isola, così come nel resto d'Italia. Malgrado le rassicurazioni del ministro dell’Istruzione, Lucia Azzolina, non si sa quando arriveranno i banchi monoposto né dove individuare i locali necessari per far fronte alla riduzione degli alunni per classe. Tra i nodi da sciogliere c'è anche il protocollo unico per la gestione di eventuali casi di Covid all'interno delle scuole. Contrarie all'obbligo della mascherina in classe la maggior parte delle Regioni. Un'altra grana per il governo, che sta lavorando alle linee guida per la riapertura delle scuole.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento