Ultimo giorno di scuola al parco: bimbi e insegnanti si ritrovano senza schermi a separarli

I piccoli alunni degli istituti comunali, dopo mesi di dad, hanno potuto concludere l'anno scolastico "in presenza" in alcune aree verdi cittadine. L'assessore Marano: "Un incontro carico di emozioni e sentimenti"

Per mesi hanno visto insegnanti e compagni solo nell'immagine riprodotta sullo schermo di un computer o un telefono. I piccoli alunni delle scuole comunali hanno però potuto concludere l'anno scolastico "in presenza", per volere dell'Amministrazione. Non in aula, per il rispetto delle regole anti Covid, ma all'aria aperta. Sono stati organizzati una serie di incontri (nella settimana in corso e nella prossima ndr) nei parchi e nelle aree verdi della città.

"Un anno scolastico complicato è trascorso e per concluderne il percorso è giusto ritrovarsi insieme", spiegano dal Comune. Il saluto "da parte di insegnanti ed educatori delle scuole comunali alle bambine, ai bambini e alle loro famiglie segue rigide linee guida concordate nei lavori delle ultime riunioni del "coordinamento pedagogico" dell'assessorato alla Scuola.

"Un incontro carico di emozioni - sottolinea l'assessore Marano - e carico di sentimenti per educatrici degli asili nido e insegnanti delle scuole dell'infanzia comunali che dopo mesi di distanziamento approdano alla conclusione 'simbolica' dell'anno scolastico".

Gli incontri avvengono e avverranno nel rispetto del distanziamento fisico e nell'uso dei dispositivi di sicurezza previsti dai decreti governativi in materia di prevenzione. 

"Dopo mesi di cura educativa dei legami a distanza - prosegue Marano - si realizza un momento conclusivo attraverso il saluto all'aria aperta, negli spazi di verde pubblico della nostra città a conferma della qualità educativa dei servizi comunali per la prima infanzia e della loro presenza nella vita della città".

Dal sindaco Leoluca Orlando, viene un "apprezzamento per l'impegno e la dedizione espresse, in questi mesi difficili da tutto il personale e dal personale educativo e per le esperienze realizzate in questa dimensione complessa di  distanziamento. Assicurare adesso un momento di conclusione o cambio di ciclo scolastico in presenza e con un saluto 'dal vivo', rappresenta una inequivocabile scelta di cura per ricercare la continuità educativa, come diritto alla crescita di bambine e bambini che hanno vissuto numerose settimane di isolamento".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: Sicilia diventa zona gialla

  • Sicilia in zona gialla: cosa si può fare e cosa no dal 29 novembre

  • L'esito dell'autopsia sul corpo della piccola Marta: "E' stata stroncata da un malore"

  • Covid, Musumeci firma nuova ordinanza: bar e ristoranti aperti dalle 5 alle 18, ok ai negozi nei festivi

  • Coronavirus, divieto di spostamenti tra regioni valido anche per quelle in area gialla

  • Ragazzo disabile violentato nei bagni del centro commerciale, condannati due uomini

Torna su
PalermoToday è in caricamento