Scuola, a Bagheria studenti in agitazione: occupato il liceo Scaduto

La decisione al termine di un corteo al quale hanno partecipato anche gli allievi degli altri istituti per chiedere "edifici più sicuri e risposte concrete da parte delle istituzioni"

I ragazzi del liceo Scaduto riuniti nel cortile della scuola

"La nostra scuola ha problemi strutturali e pretendiamo investimenti reali che garantiscano il diritto allo studio a tutti". La richiesta arriva dagli studenti del liceo Scaduto di Bagheria che stamani, al termine di un corteo al quale hanno partecipato anche gli allievi delle altre scuole cittadine, hanno occupato l'ìstituto.

"Abbiamo scelto di occupare con grande consapevolezza, siamo pronti ad agire con serietà per far diventare questa occupazione uno spazio di dibattito politico per tutto il corpo studentesco - spiega dichiara Edoardo Martorana, rappresentante del liceo - La scuola rimarrà occupata finché le istituzioni non daranno delle risposte concrete alle istanze che gli studenti rivendicano con forza ormai da anni".

Studenti in corteo per chiedere scuole sicure a Bagheria: "Stanchi di non ricevere risposte"

"Siamo andati più volte alla Provincia ma non ci sono state delle risposte ai problemi strutturali della nostra scuola, adesso pretendiamo degli investimenti reali che garantiscano il diritto allo studio a tutti", sottolinea Alessia Bellomo, rappresentante del liceo e segretaria della Consulta provinciale degli studenti

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per Marta Sabatino, dell'esecutivo provinciale della Rete degli Studenti Medi Palermo "l'occupazione del liceo Scaduto a Bagheria deve essere una spinta per gli studenti di tutta la provincia a mobilitarsi per i loro diritti e per chiedere di essere ascoltati in una società dove sempre di più le voci dei giovani non vengono prese in considerazione dalle istituzioni".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La corsa in ospedale e la disperazione, bambino di 3 mesi muore al Di Cristina

  • Maltempo in arrivo: temporali e rischio grandine, scatta l'allerta meteo

  • Tragedia a Isola, accusa un malore mentre esce dall'acqua e muore in spiaggia

  • In Sicilia nuova ordinanza anti Covid: ingressi limitati nei locali, più controlli e stretta sui migranti

  • Suicidio in via Guido Cavalcanti, commerciante di 62 anni si toglie la vita

  • "Ho ucciso io quella donna cinque anni fa: le ho stretto una corda al collo per sei minuti"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento