rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Cronaca Resuttana-San Lorenzo / Viale del Fante

Italia-Macedonia non finisce mai, scritta davanti allo stadio: "Dal 1282 i nostri colori, non tornate più"

Lo striscione è firmato "Sicilia indipendente". Ma è in netto contrasto con quanto accaduto giovedì sera quando la Nazionale di Mancini è stata accolta calorosamente e supportata per tutta la partita dagli oltre 34 mila tifosi presenti al Barbera

La sconfitta con la Macedonia, le polemiche sulle condizioni del Barbera e, come se non bastasse, adesso anche uno striscione firmato "Sicilia indipendente" che fa sapere di non aver gradito la presenza della Nazionale a Palermo. "Dal 1282 i nostri colori. Non tornate più!", si legge nel messaggio apparso sui cancelli dello stadio e immortalato in una fotografia inviata a PalermoToday da Alu Udq. 

Certamente si tratta del pensiero di una minoranza, vista l'accoglienza calorosa riservata alla Nazionale di Mancini dagli oltre 34 mila sugli spalti dell'impianto di viale del Fante, ma allo stesso tempo è sintomo di un certo malcontento di una frangia nei confronti degli azzurri. E se la scritta di "Sicilia indipendente" è legata a ragioni storiche con una data simbolica per il Regno di Sicilia, a livello sportivo in questi giorni non sono mancati i post sui social di utenti, tifosi rosanero, che hanno idealizzato il gol di Trajkovski e immaginandolo una sorta di vendetta per il fallimento del Palermo nei confronti della Figc.

Resta il fatto che i siciliani hanno risposto alla grande all'appello della Federazione, polverizzando in poche ore i biglietti resi disponibili in più fasi dopo che la capienza dello stadio è passata dal 75% al 100%. E che i sostenitori, nonostante la prova opaca di Immobile e compagni, non hanno mai smesso di incitare la squadra fino alla rete macedone che ha messo fine alle speranze italiane di partecipare ai Mondiali in Qatar.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Italia-Macedonia non finisce mai, scritta davanti allo stadio: "Dal 1282 i nostri colori, non tornate più"

PalermoToday è in caricamento