Lunedì, 15 Luglio 2024
Cronaca Villaggio Santa Rosalia / Via Giordano Alfonso, 3

Ictus o trauma cranico, come prevenire le disabilità motorie: screening gratuiti al Policlinico

L'iniziativa, promossa dalla Scuola di specializzazione di Medicina fisica e riabilitativa dell'Università di Catania, vede insieme gli ospedali di Palermo, Messina e appunto Catania

Dal 26 giugno al 1° luglio, all'interno dell'unità di Recupero e riabilitazione funzionale del Policlinico Paolo Giaccone, si svolgerà una settimana di screening gratuito per soggetti con disabilità post ictus cerebrale o trauma cranico, al fine di prevenire le disabilità funzionali secondarie all'ipomobilità.

L'iniziativa, promossa dalla Scuola di specializzazione di Medicina fisica e riabilitativa dell'Università di Catania, prevede la partecipazione, nelle loro rispettive sedi, delle unità operative dei tre Policlinici siciliani: il “Paolo Giaccone” di Palermo, il “G. Rodolico S. Marco” di Catania, e l'A.O.U. “G. Martino” di Messina.

Lo screening presso l’Azienda ospedaliera universitaria di Palermo sarà effettuato dalla professoressa Giulia Letizia Mauro, direttrice dell’Uoc di Recupero e riabilitazione funzionale e del Dipartimento di Riabilitazione, fragilità e continuità assistenziale, dai dirigenti medici Dalila Scaturro e Luigi Tumminelli e dai medici in formazione in Medicina fisica e riabilitativa.

Per la visita occorre prenotarsi al numero 091.6554161 telefonando, dal 12 al 23 giugno, dal lunedì al venerdì, dalle ore 10 alle ore 12, fino a esaurimento delle disponibilità.

“Questa iniziativa – spiega la professoressa Letizia Mauro - mira a identificare in Sicilia i soggetti affetti da ictus cerebrale in fase cronica, al fine di ridurre la disabilità ed evitare un ulteriore peggioramento, attraverso l'identificazione dei fattori di rischio e l'attuazione di strategie di prevenzione secondaria nonché di progetti e programmi riabilitativi. Dopo la stabilizzazione delle funzioni vitali e il progressivo recupero funzionale - conclude Letizia Mauro - è necessaria, infatti, un'attenta valutazione degli “esiti motori" e "cognitivi" al fine di attuare adeguate strategie riabilitative”. 

Il commissario del Policlinico, Maurizio Montalbano, commenta: “L’azienda ospedaliera universitaria sostiene le attività finalizzate a stimolare la prevenzione quale strumento a tutela della salute. Gli ictus e gli eventi cerebrovascolari hanno un elevato impatto sociale ed economico, sia sul SSN ma anche sulle famiglie. Ecco perché riteniamo queste iniziative di grande importanza”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ictus o trauma cranico, come prevenire le disabilità motorie: screening gratuiti al Policlinico
PalermoToday è in caricamento