menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La protesta dei lavoratori

La protesta dei lavoratori

"Palermo-Agrigento dimenticata dalla politica", protestano gli operai edili

Sostenuti da Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil lamentano "il mancato finanziamento dei lavori, a causa del quale l’opera rischia di diventare un’incompiuta"

Chiedono garanzie occupazionali e impegni precisi da parte della politica. I lavoratori del cantiere della Palermo-Agrigento incrociano le braccia e sono scesi in strada dando vita a una manofestazione agli svincoli di Bolognetta e di Lercara Friddi. Sostenuti da Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil lamentano "il mancato finanziamento dei lavori, a causa del quale l’opera rischia di diventare un’incompiuta".

“In ballo ci sono - dicono Santino Barbera, Paolo D’Anca e Franco Iudici, segretari generali di Filca Cisl Sicilia e di Filca Cisl Palermo Trapani e di Filca Cisl Agrigento Caltanissetta Enna - la viabilità di un territorio molto vasto e il futuro di centinaia di lavoratori. La classe politica e le istituzioni escano dall’ambiguità e dicano chiaramente se intendono ignorare le esigenze dei cittadini di questi paesi, continuando a non finanziare il completamento dello scorrimento veloce e lasciando le strade limitrofe nelle condizioni allucinanti in cui oggi sono”.

"Mancano i finanziamenti per completare l'opera - dice Ignazio Baudo, della Feneal Uil -  e sono pronte le procedure di licenziamento del personale. Protestiamo per il diritto al lavoro, per un sistema pensionistico equo, per la tutela dell'occupazione, per legalità e sviluppo".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento