Assenteismo, scoperta gang dei furbetti a Termini: nei guai 15 dipendenti comunali

Sono accusati di falsa attestazione di servizio e truffa in concorso: per loro è scattato l'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria

Operazione anti-assenteismo a Termini Imerese: scatta l'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria per 15 dipendenti del Comune. Sono accusati di falsa attestazione di servizio e truffa in concorso. La misura è stata emessa dal Gip Stefania Gallì su richiesta del sostituto procuratore Guido Schininà.

Le indagini di polizia giudiziaria - condotte anche con la collaborazione dei carabinieri - hanno consentito di rilevare che i dipendenti comunali denunciati, attraverso vari raggiri, inducevano in errore il comune di Termini Imerese circa la loro effettiva presenza in servizio. Oltre agli impiegati raggiunti dalla misura cautelare, risultano indagati per gli stessi reati altri 7 dipendenti, che come gli altri erano soliti "timbrare" per altri colleghi o affidare il loro badge ad altri, assentandosi dal lavoro.

Lo scorso marzo un altro impiegato era già stato sospeso dal servizio per sei mesi: l'indagato entrava nel sistema informatico del Comune e modificando l'orario del terminale di rilevazione delle presenze; inseriva, in qualunque momento della giornata, la timbratura corrispondente all'orario di effettivo inizio o fine lavoro, allontanandosi o ritardando il suo arrivo in ufficio. Gli altri dipendenti, invece, si accordavano per timbrare a turno, scambiandosi i badge personali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Capo in lutto per la morte di Irene, giovane mamma: "Non ti dimenticheremo mai"

  • Il Covid e la paura di un nuovo lockdown, Miccichè: "Sarebbe morte Sicilia"

  • In Sicilia nuova ordinanza anti Covid: ingressi limitati nei locali, più controlli e stretta sui migranti

  • La corsa in ospedale e la disperazione, bambino di 3 mesi muore al Di Cristina

  • Maltempo in arrivo: temporali e rischio grandine, scatta l'allerta meteo

  • Coronavirus, in Sicilia accertati altri 29 nuovi positivi: tre a Palermo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento