rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca

Scooter elettrici spediti dalla Thailandia, scatta sequestro al porto

Un imprenditore è stato denunciato "per aver introdotto nello Stato prodotti pericolosi". L'operazione è stata messa a segno dalla guardia di finanza, insieme ai funzionari dell'Ufficio delle Dogane

Un carico di biciclette elettriche, provenienti dalla Thailandia e pronte ad essere trasformate in ciclomotori a propulsione elettrica, è stato sequestrato al porto dalla guardia di finanza, insieme ai funzionari dell'Ufficio delle Dogane. Il carico, 42 acceleratori e un campione di bicicletta elettrica a pedalata assistita, era nascosto all'interno di un container. Un imprenditore è stato denunciato per aver introdotto nello Stato prodotti pericolosi.

Le immagini del blitz dei finanzieri | Video

"Considerato il contenuto trasportato e il paese di origine si è proceduto a effettuare un controllo - spiegano dalla guardia di finanza -. Al momento dell’ispezione del container i finanzieri hanno notato che la partita di biciclette elettriche a pedalata assistita era pronta per essere trasformata in ciclomotori a propulsione elettrica, poiché sul lato destro del manubrio c'era un connettore elettrico con tre fili che consente l'immediato collegamento ai singoli acceleratori, trasformando queste ultime in ciclomotori privi di omologazione, non soggetti a copertura assicurativa e pronti per la commercializzazione ed utilizzo oltre che da parte di soggetti privi di patente di guida anche di minori di 14 anni. Così è scattato il controllo. L’attività di servizio si inquadra nell’ambito della costante azione di controllo assicurata dalla finanza e dall’Agenzia delle Dogane a contrasto dei traffici illeciti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scooter elettrici spediti dalla Thailandia, scatta sequestro al porto

PalermoToday è in caricamento