Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca

"Senza uno spazio vado via da Palermo": botta e risposta tra Emma Dante e il Comune

La regista chiede che le venga assegnato un luogo con un affitto non proibitivo: "Non possiamo continuare a lavorare in uno scantinato umido e ormai troppo oneroso". L'assessore Cusumano replica: "Ognuno è libero di scegliersi il posto in cui si sente a suo agio". E' scontro

Emma Dante

Scontro, a mezzo stampa, tra l'assessore alla Cultura Andrea Cusumano ed Emma Dante. La regista, intervistata da Repubblica Palermo in occasione della presentazione dello spettacolo "La Scortecata", ha lanciato un appello per chiedere al Comune di assegnarle uno dei tanti spazi dismessi presenti in città. "Proviamo in uno scantinato umido e oneroso - dichiara Emma Dante - , senza uno spazio lascio Palermo". La risposta dell'amministrazione è arrivata a stretto giro: "Ognuno è libero di scegliersi il posto in cui si sente a suo agio".

Parole che non sono piaciute affatto alla regista: "Sono molto dispiaciuta - scrive su Facebook - di non aver ricevuto una telefonata in cui si poteva continuare un dialogo costruttivo che ho provato da mesi a tenere con le istituzioni. Ciò che chiedo è uno spazio assegnato dal Comune con un affitto non proibitivo che consenta a me e alla compagnia di continuare la nostra ricerca. Non ho minacciato nessuno, non chiedo la luna ma un aiuto concreto. Un politico dovrebbe preoccuparsi di trattenere e sostenere i talenti della propria città che sono riconosciuti a livello internazionale e non dare risposte prive di apertura e dialettica". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Senza uno spazio vado via da Palermo": botta e risposta tra Emma Dante e il Comune

PalermoToday è in caricamento