I due uomini scomparsi da Capaci, sommozzatori in azione nel lago Rosamarina

Giovanni Guzzardo e Santo Alario sembrano svaniti nel nulla da sei giorni. L'auto è stata ritrovata dai carabinieri in campagna, a Caccamo. La compagna di Alario: "Prima di sparire mi ha mandato un video. Erano a Ventimiglia di Sicilia. Non posso credere che nessuno li abbia visti. Aiutateci"

Foto archivio

Proseguono senza sosta le ricerche di Giovanni Guzzardo e Santo Alario, i due uomini di 46 e 42 anni, scomparsi mercoledì pomeriggio. I due si sono allontanati da Capaci per andare a Ventimiglia di Sicilia, ma non sono mai tornati a casa. L'auto su cui viaggiavano è stata ritrovata dai carabinieri in una zona di campagna a Caccamo e oggi sono entrati in azione anche i sommozzatori dei vigili del fuoco, impegnati nel lago Rosamarina.

Guzzardo gestisce un bar in piazza Cataldo a Capaci. Inizialmente la madre di Alario aveva detto che anche il figlio lavorava al bar, ma la compagna Rosalia Sparacio chiarisce che l'uomo non lavorava lì: "Quel bar - ha spiegato a PalermoToday - era per lui un luogo di ritrovo, un punto di riferimento".

Combo Alario-Guzzardo-2

"Ho sentito Santo per l'ultima volta - racconta ancora la donna - mercoledì nel primo pomeriggio. Mi ha telefonato mentre stavo andando al centro commerciale. Era in auto con Giovanni (Guzzardo ndr) ed erano diretti a Ventimiglia di Sicilia per sbigare una faccenda. Mi ha anche detto che sarebbe venuto a prendermi per tornare a casa insieme. Poi mi ha inviato dei video sul cellulare, mi faceva vedere il paese. Era tutto normale. Io l'ho ricontattato poco dopo: ho mandato un messaggio alle 15,39. Non mi ha risposto, ma pensavo che fosse occupato e non ho dato peso a quella mancata risposta. Con il passare delle ore ho iniziato a preoccuparmi. E' iniziato un incubo. Il cellulare era sempre spento. Il mattino dopo, dopo una notte passata ad aspettarlo, sono andata al bar di Guzzardo ma era chiuso. Allora sono andata dai carabinieri".

Da quel mercoledì pomeriggio Guzzardo e Alario sembrano svaniti nel nulla. Mentre i militari non escludono alcuna ipotesi, "studiando" anche i movimenti bancari e i tabulati telefonici dei due, la compagna di Alario lancia un appello ai cittadini di Ventimiglia: "E' un piccolo centro. Non riesco a credere che nessuno li abbia visti. Chi ha notato qualcosa, parli. Ci aiuti a trovarli".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

  • I "tre coni" del Gambero Rosso a Cappadonia: suo il gelato più buono della Sicilia

Torna su
PalermoToday è in caricamento