Scomparsa Majorana: arriva mini serie per il web e cortometraggio cinematografico

La presentazione nella Sala Bianca del Centro Sperimentale di Cinematografia all'interno degli spazi del Padiglione 4 dei Cantieri Culturali alla Zisa

Il project manager di prodotti audiovisivi e fondatore di Slinkset, Daniele Occhipinti

Una scomparsa avvolta nel mistero e un caso irrisolto che continua ad appassionare anche a distanza di ottantuno anni. Era la primavera del 1938 quando l’Italia perdeva le tracce di uno dei più prodigiosi e noti ragazzi di Via Panisperna: il trentunenne e grande fisico di origini siciliane Ettore Majorana. Una vita breve ma intensa e straordinaria, segnata da indiscusse capacità e intuizioni geniali nel campo della fisica teorica, stroncata da una presunta morte, che oggi apre la strada a un nuovo racconto della storia di questa figura, tanto affascinante quanto enigmatica, al centro del convegno dal titolo: “Ettore Majorana: scienza, cinema e innovazione”. Promosso da Slinkset for Innovation, il convegno si è svolto oggi, presso la Sala Bianca del Centro Sperimentale di Cinematografia negli spazi del Padiglione 4 dei Cantieri Culturali alla Zisa di Palermo.

All’evento sono intervenuti: il dirigente dell’ufficio speciale per il cinema e l’audiovisivo della Regione Siciliana Alessandro Rais; l’Assessore alle Culture del Comune di Palermo, Adham Darawsha; il direttore del CSC di Palermo Ivan Scinardo; il biografo ufficiale di Ettore Majorana e libero docente presso l’Università di Bergamo, Erasmo Recami; PhD e dirigente di ricerca-sez. INFN di Catania, Angelo Pagano; il nipote del fisico Ettore Majorana, Fabio Majorana; il project manager di prodotti audiovisivi e fondatore di Slinkset, Daniele Occhipinti; e infine Andrea Leanza e Gabriele Ciaccio, rispettivamente prosthetic make-up designer e compositor VFX.

Bambino prodigio, nato a Catania il 5 agosto del 1906 da una prestigiosa famiglia, Ettore Majorana mostrò fin da subito i segni di un talento più unico che raro. In grado di stupire a soli quattro-cinque anni per le sue capacità di svolgere calcoli complicatissimi a mente, conseguì la maturità classica nel 1923 per poi iscriversi alla facoltà di Ingegneria all'Università di Roma e passare nel 1927 agli studi di Fisica. Le sue scoperte più importanti sono ad oggi legate alla fisica nucleare e alla meccanica quantistica relativistica, con particolare riferimento alle applicazioni nella teoria dei neutrini. 

Un grande lavoro di ricerca che lo vide tra i protagonisti di quel gruppo di fisici italiani, più noto a tutti come i Ragazzi di Via Panisperna, interrotto da un’improvvisa e misteriosa scomparsa nel marzo del 1938.  Oggetto di numerose speculazioni e ipotesi, che non escludono il possibile suicidio e l’allontanamento volontario, le ragioni della sua scomparsa restano ancora oggi circondate da un alone di mistero.

Scoperte scientifiche, immagini e testimonianze inedite che proprio di recente hanno aperto la strada a due progetti audiovisivi su Ettore Majorana: la miniserie per il web “La Radio” e il cortometraggio cinematografico “La Particella Fantasma”. Entrambi i progetti sono firmati SLINKSET for Innovation: la neo società di consulenza progettuale e produzione cinematografica che dopo l’evento di presentazione in anteprima mondiale all’area NEXT del Marché du Film di Cannes 2019, ha presentato i due progetti audiovisivi nel corso del convegno palermitano.

“Quella di Majorana - ha dichiarato il fondatore di SLINKSET for Innovation, Daniele Occhipinti -  è una storia incredibile e sotto tanti punti di vista incompresa. Oggi abbiamo voluto rendergli omaggio attraverso questa iniziativa che ha senz’altro contribuito a far luce sulla sua vita, le sue scoperte e la sua misteriosa scomparsa. Un convegno che ci ha anche permesso di presentare alla città di Palermo e alla Sicilia un nuovo racconto di questa grande personalità del mondo scientifico, che ha fatto e che continua a far parlare di sé.  ‘La Radio’ e ‘La Particella Fantasma’ sono non a caso il risultato del nostro impegno verso una storia che merita di essere raccontata e conosciuta”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Frutto di un nuovo modello di business che punta a innovare i processi produttivi e distributivi del cinema italiano, la mini serie per il web in cinque puntate, scritta e diretta da William Lombardo e Gianni Cannizzo, ha già visto realizzare l’episodio 1. Tra i principali interpreti della serie ci sono: l’attore palermitano Sergio Vespertino (“La mafia uccide solo d’estate”, “Squadra antimafia 3”, “Il segreto dell’acqua”, “Provenzano”, “Il Caravaggio trafugato”, “Il Commissario Montalbano”, “Agrodolce”, “Rosy Abate”, “Rocco Chinnici. È così lieve il tuo bacio sulla fronte”) e l’attrice emergente Miriam Cappa. Le riprese dei nuovi episodi de “La Radio” sono previste nel mese di settembre a Palermo, mentre quelle de “La Particella Fantasma” si svolgeranno ad ottobre 2019.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: scatta il coprifuoco dalle 23

  • Ordinanza di Orlando, divieti non solo in centro: "Ecco le strade dove non ci si potrà fermare"

  • Conte firma il nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata l'ordinanza di Musumeci

  • Regione, nuova stretta anti Covid: locali chiusi alle 23, dad nei licei e trasporti dimezzati

  • Piazza di Mondello, chiuso ristorante: "Bagno senza sapone e lavoratori in nero"

  • Arancine, panelle e blatte: chiusa rosticceria abusiva nel cuore di Boccadifalco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento