Sabato, 12 Giugno 2021
Cronaca Tribunali-Castellammare / Via Lungarini

Tre scippi in centro storico, turisti nel mirino dei malviventi

I ladri in azione per le strade della città non guardano in faccia a nessuno. Francesi, tedeschi o svedesi con le loro borse ed i loro portafogli "succulenti". Ripulita una villetta di Santa Flavia: il proprietario ha trovato la catena dell'ingresso tranciata

Turista scippato in via Lungarini, quartiere Kalsa (foto Google street view)

Altri tre casi di scippo nel centro storico dove a pagarne le conseguenze sono i turisti in visita a Palermo. Cellulari, portafogli e borse sono gli oggetti del "desiderio" dei malviventi. In uno dei casi un uomo francese è stato avvicinato da due giovani a bordo, in via Lungarini, che gli hanno così portato via documenti e contanti.

Le modalità sono sempre le stesse. I più o meno giovani scippatori adocchiano le prede, perse con il naso all'insù ad ammirare le bellezze architettoniche della città, poi le avvicinano e le colpiscono. A distanza di poco tempo dal colpo alla Kalsa un'altra donna tedesca è stata derubata per strada della borsa, tra via Roma e via Maqueda. Il terzo caso invece ha avuto luogo in via Santa Rosalia, a due passi da via Maqueda. I malviventi avevano messo nel mirino una donna svedese a cui poi hanno rubato un cellulare Samsung.

In tutti e tre gli episodi gli scippatori sono riusciti a fuggire, ed ora la polizia prosegue le indagini alla ricerca di indizi o testimoni oculari. Criminali in azione anche a Santa Flavia, dove i ladri hanno ripulito una villetta di via Gentile. A scoprirlo è stato ieri pomeriggio il proprietario dell'immobile che, al suo arrivo in casa, ha trovato la catena del cancello d'ingresso tranciata. Dai primi accertamenti sono stati portati via i mobili della cucina, gli elettrodomestici ed i suppellettili. Spariti dalla camera da letto anche numerosi capi d'abbigliamento e due stufe.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tre scippi in centro storico, turisti nel mirino dei malviventi

PalermoToday è in caricamento