Cronaca Politeama / Piazza Castelnuovo

Sciopero delle telecomunicazioni, anche Palermo scende in piazza

La protesta delle aziende di settore alle prese con la scadenza del contratto di lavoro. Previsto un corteo che dal Politeama raggiungerà prima il Massimo e poi la Prefettura

La testa del corteo - foto Salvo Lo Giudice

Il mondo palermitano delle Telecomunicazioni di Cgil, Cisl e Uil scende in piazza oggi per lo sciopero nazionale delle aziende del settore alle prese con la scadenza del contratto di lavoro. Un corteo partirà dal Politeama alle 10,30 e raggiungerà il Massimo e poi la Prefettura.

ORE 12,00
Il corteo ha raggiunto la Prefettura in via Cavour, dove adesso i manifestanti sono in sit in. Per circa 10 minuti è stato bloccato il traffico in via Roma all'incrocio con via Cavour. Adesso il blocco è stato tolto.

“Lo sciopero è la risposta alla rottura delle trattative per il rinnovo del contratto. L'argomento sul quale si è rotto il tavolo è il mancato accordo sulle clausole sociali. Noi chiediamo di introdurre la clausola secondo la quale il lavoratore anche in caso di esternalizzazioni debba seguire sempre il lavoro e il territorio”, dice il segretario della Slc Cgil di Palermo Maurizio Rosso.

A manifestare ci saranno i lavoratori di Wind, Telecom, Almaviva, H3g, 4U, Accenture, Vodafone, Sielte, FastWeb e altri. A proposito della vertenza Wind, il sindacato registra una vittoria: è stato bloccato il licenziamento di 50 operatori della sede di Palermo, dove lavorano 350 persone.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero delle telecomunicazioni, anche Palermo scende in piazza

PalermoToday è in caricamento