Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca

Verso un lunedì nero: sciopero generale dei lavoratori, lezioni a rischio nelle scuole

Due le mobilitazioni: incroceranno le braccia sia i dipendenti dalle aziende del settore acqua, gas ed elettricità che il personale tecnico amministrativo della scuola. L'Amap: "Ci scusiamo per gli eventuali disservizi". Tutti i motivi delle proteste

Il prossimo potrebbe essere un lunedì nero: sciopereranno sia i lavoratori dalle aziende del settore acqua, gas ed elettricità che il personale tecnico amministrativo della scuola. Lezioni e servizi a rischio. La giornata di sciopero nazionale del settore scuola è stata proclamata dall'organizzazione sindacale Feder Ata ma ha già aderito anche la Confasi, Confederazione autonoma sindacati italiani. Alla protesta parteciperà personale Ata sia a tempo determinato che indeterminato. In piazza anche i lavoratori atipici e precari. I motivi dello sciopero sono diversi. Il fulcro della protesta del 17 dicembre sta nell'opposizione al concorso ordinario per gli assistenti amministrativi Ff Dsga. I manifestanti sostengono che sia stato violato l’articolo 36 che parla di una retribuzione proporzionata alla quantità e qualità del suo lavoro.

Lo sciopero generale dei lavoratori dipendenti dalle aziende del settore acqua, gas ed elettricità, invece, è stato proclamato dalle segreterie nazionali Filctem-Cgil, Femca-Cisl, Flaei-Cisl e Uiltec-Uil. Si tratta di una mobilitazione di otto ore per scongiurare gli effetti dell’applicazione dell’articolo 117 relativo al codice degli appalti, la riforma del servizio idrico e l’esclusione della geotermia convenzionale dalle fonti di energia rinnovabili. Migliaia sono i posti di lavoro a rischio in Italia.  L’Amap fa sapere che le segreterie provinciali hanno già aderito e che la società, in conformità alla normativa vigente, assicurerà i servizi essenziali. Potrebbe però verificarsi dei disservizi: "L’Amap - si legge nella nota - si scusa per il verificarsi di eventuali disservizi. Per qualsiasi informazione si potrà telefonare al numero 091.279111 (con risponditore automatico) o al numero verde 800 915333 (solo da telefono fisso)".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verso un lunedì nero: sciopero generale dei lavoratori, lezioni a rischio nelle scuole

PalermoToday è in caricamento