menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sciopero alla rovescia con cucine aperte, Orlando: "Vicino ai ristoratori"

La protesta, ispirata dalle battaglie del sociologo Danilo Dolci, è stata organizzata per chiedere al governo nazionale la ripartenza dopo lo stop imposto dal Coronavirus. Il sindaco: "Questo è un settore che non vuole piangersi addosso"

Lo hanno chiamato uno "sciopero alla rovescia". E' quello annunciato per domani da alcuni ristoratori del centro storico, che terranno le cucine aperte per protesta e prepareranno 2.000 pasti per le famiglie più in difficoltà. Sulla vicenda il sindaco Leoluca Orlando ha dichiarato: "Esprimo il mio apprezzamento, la mia gratitudine e la mia condivisione per una iniziativa che mostra grande sensibilità unita ad uno spirito d'impresa sano. E' la conferma di un tessuto imprenditoriale che nonostante la gravissima crisi che lo ha colpito sa essere vitale e soprattutto non vuole piangersi addosso ma dimostrare alla città e alla comunità il proprio ruolo sociale".

Orlando ha aggiunto: "E' un motivo in più per essere vicino, come sindaco e come amministrazione, nel chiedere che al più presto il Governo nazionale fornisca indicazioni chiare sugli strumenti di supporto economico e sulle modalità di riapertura di questi operatori commerciali, che soprattutto nelle realtà turistiche come la nostra sono essenziali in termini di occupazione e sviluppo".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento