rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca

Se il postino non bussa più alla porta Scioperi fino a metà ottobre

Poste nel caos, la corrispondenza non viene consegnata da giorni a causa di dell'astensione dallo straordinario dei dipendenti che durerà per altri 20 giorni. Disagi in 60 zone della città

La corrispondenza e le bollette non arrivano in tempo o non arrivano affatto? Tutta colpa dell’astensione dallo straordinario da parte dei dipendenti postali che durerà fino al 13 ottobre. Il giorno prima, venerdì 12 ottobre, invece, è già stata fissata una grande manifestazione nazionale a Roma promossa dalla Slp-Cisl, Slc-Cgil e Failp-Cisal. La Cisl Poste ha reso noto che sono già 238 le zone non servite dal servizio di recapito di Palermo, dopo la proclamazione dell'astensione dalle prestazioni straordinarie da parte dei sindacati dei postali, scattata il 14 settembre scorso.

“La corrispondenza - spiega il segretario provinciale della Cisl Poste, Maurizio Affatigato - non viene consegnata ai destinatari quotidianamente per mancanza di personale. E’ la dimostrazione che il servizio di recapito è organizzato dall'azienda in modo da essere garantito solo se i lavoratori svolgono lavoro straordinario. Da anni la Cisl Poste denuncia la carenza delle risorse umane all'interno dell'azienda. Un servizio nevralgico come quello del recapito, infatti, non si può fondare totalmente sulla disponibilità dei lavoratori a svolgere straordinario. Continuare ha proporre nuove organizzazioni – continua Affatigato - solo con lo scopo di tagliare personale senza investire sulla qualità del servizio da offrire ai propri clienti e fare in modo che gli stessi clienti scappano e vadano in aziende concorrenti alla nostra, senza nessun progetto futuro a salvaguardia della nostra occupazione con un taglio di risorse che si aggira a diecimila in tutta Italia. Per questo motivo abbiamo proclamato le azioni di sciopero”.

Ogni giorno si registrano disservizi da un minimo di 25 al picco più alto di 65 zone. Si è cercato di contattare Poste Italiane per avere una replica sull’argomento ma nel rispetto dei ruoli assegnati l’azienda risponde che si esprimerà nei tavoli preposti.


 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Se il postino non bussa più alla porta Scioperi fino a metà ottobre

PalermoToday è in caricamento