rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Cronaca

Sciopero degli autobus a Palermo l'8 novembre

Mezzi pubblici fermi dalle 8.30 alle 17.30, mentre gli addetti degli impianti fissi ed officina non lavoreranno per l'intero turno. Lo sciopero è stato indetto dai sindacati Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Faisa Cisal e Orsa

Ancora uno sciopero dei bus in città. Uno sciopero di nove ore dei lavoratori dell'Amat, l'azienda del trasporto pubblico, è stato proclamato per venerdì 8 novembre da Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Faisa Cisal e Orsa. I bus si fermeranno dalle 8.30 alle 17.30. I motivi sono stati spiegati oggi nel corso di una conferenza stampa. Il personale di movimento sciopererà per 9 ore, mentre gli addetti degli impianti fissi ed officina si fermeranno per l'intero turno di lavoro.

I principali nodi della vertenza Amat sono: la riorganizzazione dell'azienda all'insegna del rispetto dei principi di legalità e trasparenza, il contratto di servizio con il Comune, da rendere noto ai sindacati e stipulare subito dato che risale ormai al 2001, ed, infine, certezze per il futuro dei lavoratori.  ''Speriamo di potere evitare lo sciopero - spiegano i cinque segretari, Gaetano Bonavia (Filt Cgil), Salvatore Girgenti (Fit Cisl), Pippo Governale (Uiltrasporti), Gianni Livigni (Faisa Cisal) e Giuseppe Taormina (Orsa) - e che il presidente dell'azienda finalmente si decida ad ascoltare le nostre richieste e a confrontarsi con noi sulla reale riorganizzazione''.

''Spesso- proseguono i sindacati in una nota - sono i guasti dei bus, la mancanza dei mezzi di ricambio per ripararli, degli autisti, a ridurre alla fine il servizio giornaliero, con enormi disagi per i cittadini spiegano le parti sociali''. I sindacati hanno chiesto anche l'intervento urgente del sindaco Leoluca Orlando. L'azienda, secondo quanto denunciato dalle parti sociali, ha accumulato nei confronti del comune un credito pari a 112 milioni di euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero degli autobus a Palermo l'8 novembre

PalermoToday è in caricamento