Cronaca Politeama

Sciopero a Palermo di Gesip, sindacati, studenti e precari

I giovani della scuola e gli operai dell'ex partecipata alla manifestazione indetta dai Cobas. Uno striscione: "Sciopero sociale. Operai, precari, disoccupati, studenti contro la crisi". Occupazione lampo dei binari alla Stazione

Presidio di Gesip e studenti a piazza Pretoria - foto Campolo

Una mattinata di passione attende gli automobilisti palermitani. Questa mattina infatti sono previsti due diversi cortei, entrambi alle 9,30. Da piazza Pretoria partiranno gli operai della Gesip “fiancheggiati” dagli studenti. Mentre dal Politeama avrà il via la manifestazione indetta dai Cobas. A piazza Verdi invece presidio della Cgil. (GUARDA IL VIDEO)

ORE 12,14
Hanno occupato i binari della stazione Centrale i lavoratori Gesip, insieme agli autonomi dei centri sociali, ai precari, disoccupati, senza casa, famiglie e studenti, in corteo nell'ambito dello sciopero europeo. I manifestanti hanno attraversato corso Tukory e poi hanno deviato verso la stazione ferroviaria, attuando la protesta. I binari sono stati liberati dopo pochi minuti.

ORE 11,50
Il corteo dei cobas, al quale secondo gli organizzatori si sono uniti tremila persone, è giunto in via Cavour davanti alla Prefettura. Il corteo è stato aperto da uno striscione con la scritta "Sciopero sociale. Operai, precari, disoccupati, studenti contro la crisi". Sotto accusa "i diktat del Governo Monti che continua a tagliare la spesa sociale, con la spending review, imponendo politiche di austerity che gravano su operai, precari, disoccupati famiglie, senza casa e studenti".

Ma oggetto della protesta della Gesip è anche il Comune, da cui si attendono risposte sul futuro dei lavoratori e soprattutto sulla cassa integrazione. In via Cavour è in corso anche
un sit in dei dipendenti Inps che protestano contro i tagli imposti dalla legge di stabilità.

ORE 9,30
GESIP. Contro “le politiche di austerity imposte dal governo dei tecnici di Monti e Ferrero” gli studenti palermitani scendono in piazza assieme ai precari, ai disoccupati, ai senza casa e agli operai della Gesip che ieri hanno devastato piazza Bellini (guarda foto e video). “Oggi si inaugurano - dicono gli studenti - i tre giorni di mobilitazione che culmineranno nella grande manifestazione di venerdì”.

COBAS E CGIL. Manifestazioni in tutte le province della Sicilia e anche a Palermo si terranno oggi in occasione dello sciopero generale di 4 ore, proclamato dai Cobas in concomitanza con la giornata europea di mobilitazione “Per il lavoro e la solidarietà contro l’austerità”, indetta dalla Ces (confederazione europea dei sindacati).

In piazza Verdi invece ci sarà un presidio della Cgil con gazebi e interventi per illustrare le ragioni dello sciopero. “L’obiettivo della mobilitazione – dice Ferruccio Donato, reggente della Cgil Sicilia- è la modifica delle politiche europee e nazionali, cominciando dalla legge di stabilità del governo Monti”.

"L’esigenza di uno sciopero generale - comunicano in una nota i Cobas - è nata dai sindacati e dai movimenti spagnoli, si è estesa al Portogallo e alla Grecia e si è poi diffusa in tutta Europa. Qui in Italia già il 22 ottobre i Cobas hanno raccolto l'appello lanciato dai paesi iberici proclamando lo Sciopero Generale per l'intera giornata, seguiti immediatamente dall'U.S.I., dalla CUB Scuola, dalla Unicobas, dalla CGIL e dalla stessa FIOM.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero a Palermo di Gesip, sindacati, studenti e precari

PalermoToday è in caricamento