menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Senza stipendio da 4 mesi", protestano gli operai del gruppo Virga

A incrociare le braccia sono stati 50 edili delle imprese Acri srl costruzioni, Ellezeta Costruzioni, Alkazan Costruzioni sequestrate dalla Dia nel 2015 e guidate adesso da un amministratore giudiziario. I proprietari avrebbero pilotato gli appalti con l'aiuto della mafia

"Siamo senza stipendio da quattro mesi": è la denuncia dei lavoratori delle imprese del gruppo Virga, sequestrate dalla Dia nel 2015 nell'ambito di un'operazione antimafia. Gli edili hanno incrociato le braccia e chiedono un incontro con l'amministratore giudiziario.

A scioperare sono stati 50 operai, delle imprese edili Acri srl costruzioni, Ellezeta Costruzioni, Alkazan Costruzioni. "Da tempo - spiega il segretario della Fillea Cgil di Palermo, Francesco Piastra.- chiediamo un incontro con l'amministratore giudiziario. In assenza di un piano industriale ed economico non si può rilanciare l'attività del gruppo. Ed è fondamentale, al fine di coinvolgere il sistema creditizio. Abbiamo chiesto un incontro con l'amministratore giudiziario, Giuseppe Privitera, per discutere di come riattivare e dare continuità produttiva alle attività e garantire i diritti dei lavoratori. Attendiamo risposte".

Quello dei Virga, originari di Marineo, era un vero e proprio impero. Il valore del patrimonio sotto sequestro è pari a 1,6 miliardi di euro, tra aziende, quote azionarie, titoli, assicurazioni, immobili e mezzi. Secondo gli inquirenti, negli anni, avevano potuto contare sull’appoggio del mandamento mafioso di Corleone per pilotare l’aggiudicazione di appalti in Sicilia e anche in Toscana.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento