Secondo sciopero globale per il clima, migliaia di studenti invadono il centro

Si sono dati appuntamento davanti al Teatro Massimo e hanno sfilato fino a piazza del Parlamento per chiedere ai governi di cambiare rotta per contrastare l’emergenza in atto. Ludovica Di Prima degli Studenti autonomi palermitani: "Non potevamo mancare"

Gli studenti di Palermo sono tornati in piazza questa mattina in occasione del secondo sciopero globale per il futuro. Già dalle 9 si sono ritrovati davanti al Teatro Massimo per ribadire ai governi che è tempo di cambiare radicalmente rotta e contrastare realmente l’emergenza climatica in atto.  Dopo il primo sciopero globale dello scorso 15 marzo, che ha visto migliaia di giovani e meno giovani riempire le piazze di tutto il mondo, questo nuovo attesissimo appuntamento ha trovato pronti i siciliani. Migliaia gli studenti che a Palermo hanno risposto alla chiamata e partecipato alla manifestazione. Tra questi gli studenti dei collettivi autonomi del Liceo Classico Umbero I, del Liceo Linguistico Ninni Cassarà e del Liceo Scientifico Benedetto Croce che nelle ultime settimane hanno aderito alla campagna regionale per l’abolizione della plastica mono uso #LassalaPeddiri. Oggi hanno portato con loro uno striscione con un chiaro messaggio: “Cambiamo il sistema non il clima!”. 

"Non potevamo mancare a questo appuntamento - dice Ludovica Di Prima degli Studenti Autonomi palermitani - e abbiamo deciso di partecipare portando un messaggio chiaro. Per fermare i cambiamenti climatici bisogna cambiare il sistema economico e produttivo, non bastano gli appelli alla sensibilità dei governi, non basta delegare ad altri, ma ci vuole un cambio di rotta netto. Noi riconosciamo i vecchi e nuovi governi come i principali responsabili della situazione di distruzione in cui ci troviamo e sappiamo che il cambiamento non arriverà per loro concessione. Per cambiare veramente servono giornate di mobilitazione come queste per far vedere che ci siamo e siamo tanti, ma  servono anche azioni collettive e concrete nel quotidiano".

"Come studenti  Autonomi Palermitani - continua Di Prima - abbiamo aderito alla campagna regionale #LassalaPeddiri proprio per diminuire drasticamente la produzione e quindi il consumo della plastica mono uso che è tra le cause principali dell’inquinamento ambientale. Stiamo portando avanti contemporaneamente un lavoro di sensibilizzazione rivolto  a tutti gli studenti e un lavoro di pressione rivolto alle amministrazioni locali affinché si facciano carico degli obiettivi che la campagna si pone. Quindi l’abolizione della plastica monouso dagli uffici pubblici, da scuole e università e attività commerciali".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La manifestazione si è conclusa in piazza Parlamento dove si è tenuta un'assemblea che ha permesso ai partecipanti di fare un bilancio della giornata di lotta e organizzarsi per i prossimi appuntamenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: scatta il coprifuoco dalle 23

  • Ordinanza di Orlando, divieti non solo in centro: "Ecco le strade dove non ci si potrà fermare"

  • Conte firma il nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata l'ordinanza di Musumeci

  • Regione, nuova stretta anti Covid: locali chiusi alle 23, dad nei licei e trasporti dimezzati

  • Le mosse anti Covid di Orlando: nessun coprifuoco ma divieto di sostare in strada

  • Piazza di Mondello, chiuso ristorante: "Bagno senza sapone e lavoratori in nero"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento