rotate-mobile
Cronaca Tribunali-Castellammare / Piazza Marina

Metalmeccanici e studenti in corteo per il "Blocchiamo tutto day"

La manifestazione partita da piazza Marina alle 9,30. Bloccata la circonvallazione nei pressi dell'autostrada per Catania. Flash mob di avanguardia studentesca all'Unicredit di via Roma. Trentamila persone in piazza

Studenti, metalmeccanici e lavoratori delle poste. Altra giornata di proteste e cortei a Palermo. Alle 9,30 è partito da piazza Marina lo sciopero generale e la manifestazione regionale dei metalmeccanici su iniziativa della Fiom Cgil nell'ambito della mobilitazione nazionale indetta dalla Fiom per la democrazia, il contratto, il reddito, l'ambiente e l'occupazione e contro l'accordo separato e l'intesa sulla produttività. Al corteo - dove ci sarebbero almeno 30 mila persone - hanno preso parte anche gli studenti e i lavoratori della Gesip.

ORE 13,03
Dopo aver attraversato la città in corteo, gli studenti hanno imboccato lo snodo della circonvallazione che immette sull'autostrada Palermo-Catania.
Pesanti i rallentamenti del traffico, con lunghe code.

ORE 12,40
Il corteo ha raggiunto Palazzo dei Normanni a piazza Indipendenza. Ma non si è fermato. Anzi ha continuato per corso Calatafimi in direzione della circonvallazione.

LA MANIFESTAZIONE. Al corteo, diretto a piazza Indipendenza, partecipano pure gli studenti. La Fiom ha anche chiesto di essere ricevuta dal presidente della Regione, Rosario Crocetta, per discutere delle vertenze aperte e sollevare la questione della necessità di un ruolo attivo della regione nella loro soluzione. “Al presidente della Regione - dice il segretario generale Fiom, Rosario Rappa - chiediamo anche risorse aggiuntive per gli ammortizzatori sociali in deroga in modo da garantire la copertura per tutti i lavoratori e per tutto il 2013”.

STUDENTI MEDI. "Sarà una nuova occasione per generalizzare - si legge in una nota degli studenti Medi - ed allargare il fronte della nostra lotta, connettendoci con altre realtà sociali che subiscono nella vita quotidiana il peso della crisi e delle politiche di austerità, sempre nell’ottica di un'opposizione di massa e radicale, che sappia esprimere una rabbia sempre più diffusa che non può essere incanalata nel sistema della politica partitica o sindacale. Una giornata di sciopero sociale con cui, in tutta Italia, riporteremo in piazza trasversalmente i nostri contenuti, parlando di opposizione alle politiche economiche europee, che mirano a distruggere lo stato sociale e le nostre aspettative per il futuro".

“NO MONTI DAY”. Intanto anche a Palermo si sta svolgendo il “No Monti Day”, la mobilitazione nazionale promossa da Avanguardia Studentesca movimento degli studenti identitari. Circa duecento studenti hanno assediato pacificamente la sede dell’Unicredit di via Roma nei pressi delle Poste centrali. Una protesta contro le politiche economiche e scolastiche del Governo Monti e più in generale contro la dittatura delle banche e gli effetti nefasti della finanza globale che sta impoverendo il popolo italiano.

Gli studenti hanno circondato la banca ed hanno inscenato un flash mob leggendo dei brani di Ezra Pound, Alain De Benoist e Zygmunt Bauman. Avanguardia Studentesca, con questa iniziativa, ha voluto prendere le distanze dalle iniziative odierne dei sindacati e dei collettivi dei centri sociali di sinistra che ancora una volta strumentalizzano politicamente la protesta degli studenti.

POSTE. Problemi alla viabilità potrebbero crearsi anche in via Alcide De Gasperi, davanti alla sede regionale delle poste Italiane, dove si terrà un sit in dei lavoratori dell’azienda a favore dei contrattisti part time.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Metalmeccanici e studenti in corteo per il "Blocchiamo tutto day"

PalermoToday è in caricamento