Nuovo sciopero globale per il clima: studenti in corteo dal Politeama all'Ars

La coordinatrice della Rete degli studenti medi: "Manifestiamo per rivendicare il nostro diretto al futuro". In difesa dell'ambiente sfilerà anche la Cgil: "Servono soluzioni drastiche e investimenti sullo sviluppo sostenibile"

Non solo black friday, domani è in programma anche il quarto sciopero globale del clima. A Palermo gli studenti scenderanno in piazza con un corteo che partirà dal Politeama, alle 8.30, per concludersi in piazza del Parlamento, davanti all'Ars. "Scendiamo in piazza - dichiara Marta Sabatino, coordinatrice della Rete degli Studenti Medi di Palermo - per rivendicare il nostro diritto al futuro, siamo una generazione a cui stanno rubando il futuro con una politica che mette al centro il profitto di pochi e distrugge l'ambiente. Abbiamo 11 anni per invertire la rotta, servono investimenti sullo sviluppo sostenibile che mettano al centro i diritti dei lavoratori e il diritto al futuro della nostra generazione. Ci hanno promesso il cielo ma non ci sta rimanendo neanche la terra, vogliamo un cambiamento e lo vogliamo adesso".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Al loro fianco ci sarà anche la Cgil Palermo e l'Flc Cgil Palermo. “Sosteniamo la seconda manifestazione che si svolge a Palermo in difesa del clima, organizzata dal movimento Friday for future - dichiarano il segretario generale Cgil Palermo Enzo Campo e il segretario generale della Flc Cgil Palermo Fabio Cirino - e siamo vicini alla Rete degli studenti Medi di Palermo e a tutti gli studenti che partecipano al corteo per rivendicare il diritto al futuro e la salvaguardia dell'ambiente. Siamo convinti che per la difesa dell'ambiente e la tutela del territorio dai cambiamenti climatici servono soluzioni drastiche e investimenti sullo sviluppo sostenibile - concludono - che vengano considerati non dei costi ma impegni necessari per eliminare le diseguaglianze e mettere al centro i diritti fondamentali dei lavoratori e di tutti i cittadini, come quelli alla vita, alla giustizia e alla libertà. Bisogna invertire subito la rotta per garantire il presente e il futuro alle giovani generazioni, partendo da una svolta ecosostenibile”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 4 zone rosse a Palermo: Musumeci "chiude" i centri di Biagio Conte

  • Coronavirus, è record di nuovi contagi in Sicilia (+179): arrivano i primi tamponi rapidi

  • La denuncia: "Un positivo è uscito dalla Missione di Biagio Conte e ha attraversato tutta Palermo"

  • Corso Calatafimi, si sente male mentre passeggia in strada: morto un uomo

  • Ragazzo scomparso da 11 giorni, l'angoscia della famiglia: "E' uscito a piedi e non è più rientrato"

  • "Gestiva il pizzo a Ballarò", arrestato dopo due mesi di latitanza Alfredo Geraci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento