menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Scimmia grassona": palermitano insulta donna su Facebook, condannato

Entrambi avevano la passione per il culturismo. Le offese sono iniziate immediatamente con commenti ma anche messaggi vocali e intimidazioni ("Ti faccio sputare sangue"). Lui si è opposto dicendo che erano solo "critiche costruttive"

Offende una donna su Facebook e viene condannato con una maxi multa. Protagonista della vicenda - raccontata dalla Voce del Trentino - è un palermitano di 37 anni, agente di polizia in servizio in Emilia. L'uomo aveva conosciuto sui social una trentina appassionata di culturismo che condivideva la sua stessa passione.

"Tramite Facebook - si legge - il palermitano ha cominciato ad insultarla scrivendo sotto le sue foto 'Scimmia grassona'. Dagli insulti è poi passato alle minacce e diffamazioni. Non contento l’uomo le ha inviato dei messaggi vocali in cui affermava che le avrebbe fatto sputare sangue e che le avrebbe tolto tutti i soldi in modo da non poter più mantenere sua figlia".

La donna ha denunciato il palermitano. L’uomo si è opposto dicendo che erano solo "critiche costruttive". Alla fine l'agente è stato condannato a sei mesi di reclusione con la condizionale subordinanta al pagamento di 3 mila euro alla donna. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento