rotate-mobile
Sabato, 13 Agosto 2022
Cronaca

Scade il contratto: la Gesip in bilico Si resta in attesa dei fondi da Roma

Primavera spera che il Comune intervenga con una miniproroga. I sovvenzionamenti statali sarebbero bloccati da un impedimento burocratico

Gesip di nuovo in bilico. Oggi scade il contratto della società ed ancora non c’è nessuna notizia sui 45 milioni di euro concessi dal ministero nazionale che dovrebbero servire a rimpinguare le casse del Comune per scrivere un nuovo capitolo della multiservizi. “Presumo – ha dichiarato Massimo Primavera, commissario liquidatore di Gesip – se oggi non arriveranno i fondi promessi da Roma il Comune si preoccuperà di fare una miniproroga al contratto”.

Stando alle parole di Primavera è possibile che ci sia stato qualche problema di natura tecnica nell’erogazione dei fondi perché una nota da parte del Ministero sulla cessione dei fondi sarebbe arrivata. “Speriamo che questo piccolo intoppo si risolva presto” ha concluso il commissario Gesip. Nel momento in cui arriveranno i fondi la società si propone di aumentare i servizi per la città. I nuovi capitoli del contratto sarebbero sottopassi e spiagge.

“Ci occuperemo – ha fatto sapere Primavera – della pulizia strutturale di spiagge e sottopassi ma non solo perché aggiungeremo dei servizi nuovi come la vigilanza e la gestione di questi spazi”. Fra i servizi aggiuntivi è previsto quello della ristorazione nei sottopassi attraverso l’installazione di distributori ma anche l’organizzazione di eventi culturali come delle mostre. “Vorremmo riuscire inoltre – ha concluso il liquidatore di Gesip – anche ad attrezzare le spiagge ed organizzare una buona gestione delle aree per i bagnanti”. L’obiettivo è l’abbattimento dei costi di gestione e la creazione di una nuova immagine di Gesip, ovvero quella di un’azienda moderna con una buona  capacità imprenditoriale Comune e Gesip: nuovo contratto, fra i servizi la pulizia delle spiagge.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scade il contratto: la Gesip in bilico Si resta in attesa dei fondi da Roma

PalermoToday è in caricamento