rotate-mobile
Cronaca

Migranti morti in mare, presunti scafisti a processo: il Comune è parte civile

I superstiti sbarcarono al porto il 6 agosto dello scorso anno a bordo della nave militare irlandese "L.E. Niahm"

Il Comune ha chiesto e ottenuto di costituirsi parte civile che si celebra innanzi la prima sezione della Corte di Assise e nei confronti di due presunti "scafisti": M.S.di origine libica, e E.S.,di origine tunisina.

I due, con un'imbarcazione di soli 20 metri, avrebbero favorito l'ingresso nel territorio italiano di 367 persone, di cui 13 minorenni. Il rovesciamento del natante provocò però la morte di oltre 220 profughi. Furono recuperate solo 26 salme.  I superstiti sbarcarono a Palermo il 6 agosto 2015, a bordo della nave militare irlandese "L.E. NIAMH".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Migranti morti in mare, presunti scafisti a processo: il Comune è parte civile

PalermoToday è in caricamento