Cronaca Ciaculli / Via Santa Maria di Gesù

Operai pagati "in nero" in un cantiere di via Santa Maria di Gesù, sanzionata un'impresa

La guardia di finanza ha accertato che due lavoratori su tre non erano in regola con la documentazione. Uno inoltre apparteneva a una famiglia in cui qualcuno prendeva il reddito di cittadinanza

Su tre operai trovati in un cantiere, due erano “in nero” e uno di questi aveva pure il reddito di cittadinanza. È quanto accertato dai finanzieri del 2° Nucleo operativo metropolitano del Gruppo di Palermo che hanno sottoposto a controlli un’impresa che stava eseguendo alcuni lavori nella zona di via Santa Maria di Gesù.

"Per due lavoratori il titolare - chiarisce meglio una nota - non è stato in grado di esibire alcuna documentazione. I finanzieri hanno inoltre rilevato che uno dei lavoratori in nero prestava la propria opera lavorativa nonostante un componente del suo nucleo familiare fosse percettore del reddito di cittadinanza". Quest’ultimo lavoratore è stato quindi segnalato all’Inps di Palermo per l’indebita percezione del contributo statale.

Nei confronti dell’impresa edile si procederà invece alla contestazione delle relative sanzioni amministrative che vanno da un minimo di 1.800 a un massimo di 10.800 euro in un caso e da un minimo 3.600 a un massimo di 21.600 maggiorata del 20% (maxi sanzione) nell'altro, ovvero relativamente al soggetto risultato percettore del reddito di cittadinanza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operai pagati "in nero" in un cantiere di via Santa Maria di Gesù, sanzionata un'impresa

PalermoToday è in caricamento