Santoro (Lega): "Solidarietà al magistrato Vincenza Gagliardotto"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Attimi di tensione oggi al tribunale di Palermo. La dottoressa Vincenza Gagliardotto, magistrato onorario che da 16 giorni è in sciopero della fame insieme alla collega Sabrina Argiolas, è svenuta durante l'udienza. Sul posto è intervenuta un'ambulanza del 118 e le udienze sono state sospese. Solidarietà è stata espressa al magistrato onorario Vincenza Gagliardotto e ai suoi colleghi dall’avvocato penalista Stefano Santoro, responsabile del dipartimento Giustizia della Lega in Sicilia, il quale ha dichiarato: “La situazione in cui versa la Magistratura Onoraria nel nostro paese e’ paradossale, oltre 5000 magistrati onorari reggono il 50% per cento del carico dei processi nei tribunali, sia come giudicanti che come pubblici ministeri, e nonostante ciò il Governo continua a negare loro lo status di “lavoratori”, privandolo di un’adeguata retribuzione, dei contributi previdenziali e dell’indennità in caso di malattia, sfruttandoli “a cottimo”, infischiandosene della recente sentenza della Corte di Giustizia Europea che ha condannato l’Italia per tali ragioni.

Ipocrite le parole del premier Giuseppe Conte pronunciate in Parlamento nel corso della votazione sulla fiducia al governo, con le quali esaltava il primato dell’Italia in campo europeo per il numero delle sentenza emesse, considerato che detto risultato lo si deve soprattutto al lavoro della magistratura onoraria”. Santoro infine si è complimentato con il Presidente della Commissione Giustizia del Senato, Andrea Ostellari, per “l’impegno che sta profondendo in favore della riforma della giustizia e della magistratura onoraria, mentre il Ministro Alfonso Bonafede dimostra ancora una volta tutta la sua incompetenza e incapacità politica”

Torna su
PalermoToday è in caricamento