menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ladri di barche in trasferta, presi 3 palermitani a Santo Stefano di Camastra

I malviventi sono arrivati in paese da Palermo a bordo di due auto: una di queste era stata rubata il giorno precedente a Monreale ed era già attrezzata per il colpo. L'arrivo dei carabinieri ha fatto saltare i piani

Arrestati tre ladri di barche in trasferta a Santo Stefano di Camastra. E' successo nella notte di scorsa. I carabinieri hanno fermato la banda palermitana proprio mentre stava rubando oggetti e natanti. In manette sono finiti: Salvatore Giglio, 39 anni, Lodovico Martorana (36) e Pietro Palazzo (51). Si tratta di volti noti alle forze dell’ordine.

I malviventi sono arrivati in paese da Palermo a bordo di due auto. Una di queste era stata rubata il giorno precedente a Monreale ed era già attrezzata con il gancio di traino per portare via una barca con un carrello. Equipaggiati di vari attrezzi atti allo scasso ed approfittando del buio, i palermitani si sono avventurati nel molo per mettere a segno una serie di furti, ma sono stati sorpresi mentre stavano smontando alcune batterie e pezzi da un motore fuoribordo nella zona di “Barche grosse” (dove sorgerà il futuro porto).

Intorno alle 4 i carabinieri hanno teso un agguato ai ladri: scendendo per la via che dal centro portano al mare, con motore a basso regime e senza lampeggianti, hanno bloccato una delle vie di fuga mettendo l'auto di traverso. Così i tre sono stati raggiunti e bloccati. I pregiudicati sono stati portati in caserma: dopo la convalida dell’arresto, davanti al Gip del Tribunale di Patti, per i palermitani sono scattati gli arresti domiciliari.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento