Cronaca

Santa Flavia, al posto del depuratore una discarica con rifiuti pericolosi: area sequestrata

Tre sopralluoghi, condotti nell’arco di due mesi dal personale dell’ufficio circondariale marittimo e dell'Arpa, hanno permesso di verificare "lo stato di completo abbandono dell’opera che, al contrario, dovrebbe essere di pubblica utilità"

Gli uomini della Guardia costiera durante il sequestro

L'area che, a Santa Flavia, doveva ospitare il depuratore per le acqua reflue è stata trasformata in discarica. Lo hanno scoperto gli uomini del nucleo di polizia ambientale della guardia costiera di Porticello, nell’ambito di una più vasta indagine delegata dalla Procura di Termini Imerese. E' scosì scatttao il sequestro preventivo.

Tre sopralluoghi, condotti nell’arco di due mesi dal personale dell’ufficio circondariale marittimo e dell'Arpa, hanno permesso di verificare "lo stato di completo abbandono dell’opera che, al contrario, dovrebbe essere di pubblica utilità. Il sito del depuratore, per una estensione di circa 2.400 metri quadri, è interessato dalla presenza di rifiuti pericolosi e speciali come pannelli di eternit e pneumatici usati".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Santa Flavia, al posto del depuratore una discarica con rifiuti pericolosi: area sequestrata

PalermoToday è in caricamento