Personale del 118 in stato d'agitazione, Confintesa sanità: "Seus non vuole dialogare"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"Non avendo ricevuto risposta alla richiesta di incontro dall’assessorato alla Salute e dai vertici della Seus per discutere il mancato rinnovo contratto di servizio per il prossimo triennio, contestualmente ad altre urgenti e gravi problematiche, Confintesa Sanità dichiara lo stato di agitazione del personale del 118 Sicilia". Lo rendono noto il segretario regionale di Confintesa Sanità, Domenico Amato, e il coordinatore regionale di Confintesa 118 Sicilia, Mario Manzo.   

"E' evidente - si legge in una nota - la volontà di non aprire un dialogo per la crescita dell’azienda e dei suoi dipendenti, dichiaratamente espressa dal presidente del Cda della Seus, anche in ottica del nuovo piano regionale di emergenza-urgenza, progetto anch’esso che sta facendo sorgere molti dubbi. Metteremo in campo qualsiasi mezzo a nostra disposizione per far valere i diritti dei lavoratori e per il benessere dei cittadini che meritano un servizio qualitativamente valido e che può passare solo attraverso prospettive di nuovi investimenti in concerto con le organizzazioni sindacali. A tal proposito, stiamo già organizzando un sit-in di protesta per i prossimi giorni".

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento