rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca Politeama

Sanità, Miraglia (Federbiologi Sicilia): "Con adozione nuovo tariffario, assistenza territoriale a rischio nel Sud Italia"

La denuncia del rappresentante dei Biologi: "Tagli del 60-80% per le prestazioni di diagnostica. Così centinaia di laboratori di analisi costretti a chiudere con la perdita di migliaia di posti di lavoro"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"Torniamo a ribadirlo: il nuovo nomenclatore tariffario, che il Ministero della Salute vorrebbe varare in tempi stretti, se adottato nella sua attuale formulazione (con tagli, in media, del 60-80% rispetto alle attuali remunerazioni per le prestazioni di diagnostica di laboratorio), porterà alla distruzione l'intero comparto della patologia clinica". Lo dichiara, in una nota, Pietro Miraglia, vice presidente dell'Ordine nazionale dei Biologi e segretario regionale del sindacato Federbiologi Snabilp Sicilia.

"Nei giorni scorsi - spiega Miraglia - presso la sede del Ministero della Salute a Roma, si è tenuta l’audizione del nostro sindacato, convocata dalla segreteria del ministro Speranza. Erano presenti, per l'occasione, il direttore generale, Andrea Urbani, il capo della segreteria tecnica, Antonio Gaudioso ed altri funzionari del Ministero. A loro, al ministro (ed ai vertici della Regione Siciliana) rivolgo nuovamente il mio grido d’allarme: con la pubblicazione delle nuove tariffe, si rischia, soprattutto al Sud Italia, di cancellare radicalmente l'assistenza sui territori per milioni di cittadini costringendo, contemporaneamente, alla chiusura centinaia di laboratori di analisi cliniche con la perdita di migliaia di posti di lavoro".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità, Miraglia (Federbiologi Sicilia): "Con adozione nuovo tariffario, assistenza territoriale a rischio nel Sud Italia"

PalermoToday è in caricamento