Cronaca Sperone / Via Messina Marine

Il San Paolo Palace diventerà residenza universitaria: delibera approvata

Ad ottobre il progetto di riqualificazione sarà presentato ed inviato alla cabina di regia del Piano nazionale delle città. Lì potrebbe nascere una cittadella del sapere tecnico-scientifico. Speranza di reimpiego anche per i 70 ex dipendenti dell'hotel

Da centro operativo della mafia a casa dello studente. La giunta comunale ha approvato una delibera che permetterà di trasformare l'hotel San Paolo Palace, confiscato ai boss Graviano di Brancaccio, in residenza universitaria. A disposizione oltre 280 camere, due ristoranti, tre bar ed un centro congressi. Il progetto di riqualificazione della costa Sud verrà presentato entro i primi di ottobre alla cabina di regia del Piano nazionale delle città.

Il prefetto Giuseppe Caruso aveva annunciato tempo fa la volontà di convertire lo stabile in residenza universitaria ed ora, dopo la delibera ufficiale, sarà possibile firmare il protocollo di intesa con l'università e l'agenzia nazionale per i beni confiscati. Grazie a questo progetto, all'interno del quale sarà coinvolto anche l'Ersu, l'ente per il diritto allo studio, sarà possibile reimpiegare i circa 70 dipendenti dell'albergo che da tempo attendevano aggiornamenti sul loro futuro occupazionale.

Sul San Paolo Palace, bene acquisito dal comune insieme ad altri 29 all'inizio di agosto, grava un debito di 9 milioni di euro che, pare, sarà oggetto di un accordo con l'erario per la sua estinzione, dovuta al suo passaggio fra i patrimoni dello stato. Il progetto prevede anche l'inserimento dello stabile in un programma più ampio che comprenderà altre realtà accademiche e culturali: la realizzazione di una cittadella del sapere tecnico e scientifico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il San Paolo Palace diventerà residenza universitaria: delibera approvata

PalermoToday è in caricamento