menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

San Giuseppe Jato, tenta di investire con l'auto il rivale che gli deve dei soldi: arrestato

In manette un uomo di 46 anni. Non ha concluso il suo progetto omicida per l'intervento di un carabiniere in congedo. La vittima designata è un 41enne di San Cipirello, condotto all’ospedale Civico di Palermo con l’elisoccorso del 118 in codice rosso

Sale in auto, punta dritto contro il suo rivale e tenta di investirlo. Più volte. Cercando di schiacciarlo contro il ponteggio di un cantiere. Solo l'intervento di un carabiniere in congedo evita il peggio. I militari dell'Arma hanno arrestato a San Giuseppe Jato A.G., 46 anni, con l'accusa di tentato omicidio. La vittima designata è un 41enne di San Cipirello. E' stato condotto all’ospedale Civico di Palermo con l’elisoccorso del 118 in codice rosso e adesso è ricoverato ma non è in pericolo di vita.

Tutto è accaduto in via Sunseri. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri il 46enne, noto alle forze dell'ordine, avrebbe agito "al culmine di una lite per questioni debitorie" e ha desistito "solo dopo l’arrivo di un carabiniere in congedo intervenuto in soccorso". Poi l'intervento dei carabinieri della Stazione di San Giuseppe Jato e le manette. L'arrestato si trova adesso nel carcere “Lorusso” in attesa dell’udienza di convalida.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento