Palpa il seno durante una visita in guardia medica: molestata dottoressa a San Cipirello

Attimi di paura per una 47enne impegnata nel servizio di continuità assistenziale. Sull’episodio indagano adesso i carabinieri, che hanno acquisito le immagini di videosorveglianza e sono alla ricerca dell'uomo

La guardia medica di San Cipirello

Ha chiesto alla dotteressa di essere visitato per forti dolori allo stomaco. Ma una volta entrato nella stanza ha palpeggiato il seno della donna che si è ribellata e ha urlato, mettendo in fuga il suo aggressore. L'episodio si è verificato la scorsa sera all'interno della guardia medica di San Cipirello. A essere molestata è stata una dottoressa di 47 anni impegnata nel servizio di continuità assistenziale. Sull’episodio indagano adesso i carabinieri che hanno acquisito le immagini di videosorveglianza e sono alla ricerca dell'uomo.

Le urla della donna sono riuscite a richiamare l'attenzione degli operatori del 118, che hanno costretto il molestatore alla fuga. E' successo tutto poco dopo le 22. L'uomo - che si era presentato all'interno della guardia medica in pantaloncini e maglietta - sarebbe poi scappato a bordo di una piccola utilitaria di colore bianco.

E proprio questa mattina due medici del servizio di medicina legale e fiscale del distretto di Termini Imerese sono stati aggrediti in ufficio da un utente. L'episodio è stato confermato dal commissario dell'Asp di Palermo, Antonio Candela, che ha espresso "sostegno e supporto in tutte le sedi competenti e massima solidarietà. Ci costituiremo parte civile - ha detto - in un eventuale procedimento a carico di chi si è reso colpevole della vile aggressione. Diciamo con fermezza basta alla violenza e basta a chi pretende con la forza e la sopraffazione di avere ciò di cui non ha diritto".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Tutta Confintesa Sanità vuole esternare la propria solidarietà alla dottoressa. Una vicenda conclusasi per il meglio ma che poteva finire molto peggio. Siamo fiduciosi - dichiara il segretario generale di Confintesa Sanità Palermo e Sicilia, Domenico Amato - che le Forze dell’Ordine consegneranno in breve tempo l’aggressore alla giustizia. Atto vile da condannare sempre e comunque".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Musumeci: "Mascherine obbligatorie anche all'esterno senza la distanza di un metro"

  • Capo in lutto per la morte di Irene, giovane mamma: "Non ti dimenticheremo mai"

  • Il Covid e la paura di un nuovo lockdown, Miccichè: "Sarebbe morte Sicilia"

  • In Sicilia nuova ordinanza anti Covid: ingressi limitati nei locali, più controlli e stretta sui migranti

  • Maltempo in arrivo: temporali e rischio grandine, scatta l'allerta meteo

  • Coronavirus, in Sicilia accertati altri 29 nuovi positivi: tre a Palermo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento