rotate-mobile
Cronaca

E' morto lo chef Salvatore Cascino: addio a una leggenda della cucina siciliana

Aveva preparato piatti per pontefici e star di Hollywood. Per tanti anni era stato al "timone" del famoso ristorante di Monreale "La Botte del 1962", poi passato al figlio Maurizio

Era considerato una leggenda della cucina siciliana. E' morto ieri lo chef e maestro Salvatore Cascino. Aveva 94 anni. Promotore e diffusore nel mondo della cucina tradizionale siciliana aveva preparato piatti per pontefici, star di Hollywood e sovrani. Per tanti anni era stato al "timone" del famoso ristorante di Monreale "La Botte del 1962", poi passato al figlio Maurizio. 

Le sue specialità? Lo sfincione alla palermitana, la caponata di melanzane e il timballo di anelletti. Ma soprattutto il semifreddo alla mandorla con cioccolata calda, uno dei suoi cavalli di battaglia, al punto da avere perfino un nome: "Alì Pascià". Fu presentato per la prima volta dallo chef Cascino in un banchetto per il principe Paolo di Castelcicala. Cascino era stato protagonista di un tour gastronomico perfino in Giappone e insegnò le ricette e le basi del mestiere a Tokyo.

Questo il ricordo di uno dei nipoti: "Ci lascia un grande zio, un esempio e una grande testimonianza di amore per il suo lavoro, svolto sempre al massimo livello di competenza e passione, un maestro di vita per tanti giovani e anche per noi familiari. Ci lascia un pezzo di storia di questa città, ha lasciato a tutti noi un grande patrimonio culturale e morale. Ciao zio! Grazie. Se ne va, per me, il più grande degli chef".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E' morto lo chef Salvatore Cascino: addio a una leggenda della cucina siciliana

PalermoToday è in caricamento