menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Torna "L'open day della prevenzione": l'8 marzo test ed esami gratuiti

Medici, tecnici e personale dell'Asp garantiranno gratuitamente mammografia e pap-test alle donne che rientrano nella fascia d'età individuata dai programmi di screening

Festa della donna all’insegna della prevenzione. E’ la proposta dell’Asp che il prossimo 8 marzo aprirà i battenti di ospedali e ambulatori per il primo “Open day” del 2016. Medici, tecnici e personale dedicato all’accoglienza dell’Azienda sanitaria provinciale garantiranno gratuitamente mammografia e pap-test alle donne che rientrano nella fascia d’età individuata dai programmi di screening: 50-69 anni per la prevenzione del tumore al seno e 25-64 anni per il carcinoma del collo dell’utero. Nell’ambito del progetto di prevenzione del tumore al colon-retto sarà distribuito il sof test (per la ricerca del sangue occulto nelle feci).

“Il programma delle iniziative sulla prevenzione – ha spiegato il direttore generale dell’Asp, Antonio Candela - prenderà il via quest’anno l’8 marzo perché vogliamo regalare a tutte le donne una festa all’insegna della prevenzione. I nostri ambulatori saranno aperti dalle ore 9 alle 19 per offrire gratuitamente tutte quelle prestazioni che ci hanno consentito negli ultimi anni di salvare tante vite umane”.

Sono 8 le strutture di città e provincia dell’Asp coinvolte nell’iniziativa: Villa delle Ginestre, l’Ex IPAI di via Carmelo Onorato, l’ospedale Ingrassia e il Pta (Presidio Territoriale di Assistenza) Enrico Albanese, mentre in provincia all’ospedale di Partinico, al “Cimino” di Termini Imerese, al “Dei Bianchi” di Corleone” e al Pta di Bagheria

Per ogni utente che si sottoporrà allo screening, verrà redatta una cartella clinica. In caso di test positivo, l'utente sarà avviato ad un percorso programmato e pianificato di approfondimento diagnostico e terapeutico del tutto gratuito, nel rispetto di rigorosi indicatori di qualità previsti a livello nazionale e internazionale. “Lo scopo – ha sottolineato Candela - è di diagnosticare precocemente la malattia in una fase asintomatica in cui il trattamento ha un’elevata probabilità di successo”. Sono coinvolte nell’iniziativa la LILT (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori), l’Associazione “Serena a Palermo” e l’Airc (Associazione italiana ricerca sul cancro) Sicilia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento