menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Disagi nella raccolta rifiuti, Orlando accusa: "Sabotati i mini compattatori"

I mezzi, quattro, si trovavano all'interno dell’autoparco di Brancaccio per la manutenzione. La Rap: "Tranciati i cavi delle centraline elettriche". A causa della loro assenza dalle strade, già da diversi giorni il servizio ha subito dei rallentamenti

Ci risiamo. Sabotati, di nuovo, i mezzi per la raccolta dei rifiuti: i cavi delle centraline elettriche di quattro mini compattatori sono stati tranciati. A darne notizia è la Rap spiegando che il sabotaggio dei mezzi è avvenuto nell’autoparco di Brancaccio. "I mezzi erano stati consegnati alla ditta per la manutenzione - dice la Rap - e dovevano rientrare in servizio nel pomeriggio".

Nei giorni scorsi, proprio a causa della mancanza di questa tipologia di mezzi, ci sono stati rallentamenti nella raccolta dei rifiuti proprio in alcune piccole vie del centro storico. Diverse le segnalazioni giunte a PalermoToday per disservizi alla Zisa e in particolare in via Re Tancredi. Due giorni fa il presidente della Rap, Roberto Dolce, aveva chiesto e ottenuto un intervento straordinario da parte della ditta manutentrice per assicurare nel minor tempo possibile la funzionalità del massimo numero dei mezzi e superare così le criticità. I mini compattatori però, a causa del sabotaggio, non potranno tornare in azione, come era previsto.

All’interno di uno dei mezzi è stato ritrovato un coltello, probabilmente usato per l’atto di sabotaggio. “Quanto accaduto è un fatto gravissimo - dichiarano Leoluca Orlando e Roberto Dolce - che va condannato e che tende non solo a danneggiare l’azienda e i suoi lavoratori ma anche la città e i cittadini deturpandone e compromettendone la vivibilità” . 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento