Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca

La ruota panoramica ha l'ok della Sovrintendenza, ma la Campari pagherà per restaurare un monumento

Per superare il vincolo che tutela piazza Ruggero Settimo, dove da giovedì entrerà in funzione l'attrazione, l'assessorato ai Beni culturali ha deciso che l'azienda dovrà versare 25 mila euro per ripulire il Palchetto della musica e ristorare la città "per il disagio temporaneo". In passato invece altre strutture erano state fatte smontare

Ha già scatenato mille polemiche, diviso i cittadini tra favorevoli e contrari, prima ancora di entrare in funzione: la grande ruota panoramica che occupa da qualche giorno piazza Ruggero Settimo e nasconde completamente il teatro Politeama ha però tutte le autorizzazioni in regola, compresa quella da parte della Sovrintendenza ai Beni culturali. Per superare il vincolo che tutela una delle aree più belle di Palermo - e che in passato ha impedito a tante altre strutture temporanee di essere installate, da un immenso Babbo Natale a uno stadio - è stata infatti posta una condizione: la Campari Group, che organizza da giovedì a sabato prossimi  l'evento "Aperol together we can", dovrà contribuire economicamente al restauro di un monumento "a fronte del disagio temporaneo" creato alla città.

L'assessore Samonà: "Vincoli rispettati" | video

E' una soluzione diversa e innovativa rispetto al passato. L'assessorato regionale ai Beni Culturali, guidato da Alberto Samonà, e la Sovrintendente, Selima Giuliano, come bene da restaurare hanno individuato il Palchetto della musica di piazza Castelnuovo, che sarà ripulito con i 25 mila euro che l'azienda dovrà versare per avere diritto a sistemare e far funzionare la ruota panoramica. Si tratta del monumento, peraltro, che - grazie alla campagna lanciata da PalermoToday a dicembre dell'anno scorso - il Comune ha deciso di intitolare alla cantautrice Giuni Russo, scomparsa 17 anni fa e mai ricordata degnamente dalla sua città (era originaria del Borgo Vecchio).

L'intervento di restauro inizierà nei prossimi giorni, sotto l'alta sorveglianza della Soprintendenza e riguarderà, come si legge in una nota dell'assessorato regionale ai Beni culturali "il trattamento biocida contro lo sviluppo di microrganismi, quello degli elementi metallici per eliminare le corrosioni e le condizioni originarie, la rimozione dei depositi dalle superfici lapidee, la rimozione e il riassorbimento delle macchie di ossidi di ferro e di rame, la riconfigurazione estetica degli elementi lapidei e metallici presenti nel monumento e la riconfigurazione materica ed estetica del soffitto ligneo".

L'assessore Samonà sottolinea che "finanziare il restauro di un monumento simbolo di Palermo come il Palchetto della musica è un modo per garantire che i privati che utilizzano spazi pubblici in contesti storici possano lasciare un segno tangibile alla città, che vada nella direzione del recupero del nostro patrimonio culturale. In questo modo, si supera l’effimero e si restituisce alla comunità qualcosa che è destinato a restare nel tempo. Una buona pratica che la Soprintendenza intende adottare anche in futuro".

La Sovrintendente Giuliano rimarca invece che "la scelta di autorizzare l'istallazione temporanea della ruota panoramica in piazza Ruggero Settimo risponde all'esigenza di coinvolgere soprattutto il target giovanile nella fruizione di un luogo emblematico della città attraverso un'occasione condivisa di svago. Sorprendere, cambiare prospettiva, proponendo una visuale dall'alto dei tesori della propria città può offrire un'esperienza culturale inclusiva dei giovani che, pur frequentando la piazza nel quotidiano, non apprezzano spesso la unicità del luogo tanto che alcuni, come noto, si sono resi autori anche di atti di vandalismo".

In futuro, quindi, per superare il vincolo che tutela la piazza si potrebbe utilizzare la stessa procedura. Intanto sulla realizzazione della targa da parte del Comune per ricordare Giuni Russo non è stato possibile avere notizie dall'assessore alle Culture, Mario Zito. Peraltro sia l'assessore Samonà che l'associazione GiuniRussoArte, che tutela la memoria e il patrimonio artistico della cantante, si sono detti disponibili a contribuire economicamente. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La ruota panoramica ha l'ok della Sovrintendenza, ma la Campari pagherà per restaurare un monumento

PalermoToday è in caricamento