Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca Malaspina / Piazza Ottavio Ziino

Sorpresi nella notte a rubare computer, presi due giovani

L'obiettivo dei malviventi un negozio di informatica in piazza Ottavio Ziino. I militari li hanno trovati mentre caricavano su un'auto la merce trafugata. I due hanno tentato la fuga

Sorpresi mentre trafugavano dei computer da un negozio di informatica. Due giovani sono stati arrestati la scorse notte dai carabinieri. Erano appena trascorse le 4 quando una pattuglia del nucleo Radiomobile impegnata in un servizio di controllo è intervenuta su indicazione della centrale operativa in Piazza Ottavio Ziino, nel quartiere Malaspina, dove era stato segnalato un furto presso un negozio di accessori per computer. Giunti sul posto, i carabinieri hanno notato una Mercedes classe “A” di colore scuro ferma davanti al negozio con gli sportelli dell’abitacolo e il portellone posteriore aperto.

"Fuori dall’auto i militari hanno visto un giovane intento ad occultare dei pacchi all’interno del cofano – riferiscono gli inquirenti - ed un'altra persona che si trovava seduta all’interno, lato guida dell’auto". Una volta scoperti i malviventi hanno provato a scappare. "Alla vista degli uomini in divisa – continuano i carabinieri - il giovane a piedi ha tentato la fuga, e lo stesso tentativo è stato fatto dal conducente dell’autovettura che però è stata immediatamente bloccata". Il giovane a piedi, successivamente identificato come M. C. C. di 22 anni residente in via Marrasio (alla Noce) è stato fermato a poche centinaia di metri in piazza Sciascia. La vettura per occultare la merce trafugata, risultata di proprietà M. C. C. è stata sottoposta a sequestro, mentre l'altro giovane identificato è A. B., anche lui 22enne, residente in via Cruillas.

"Il negozio che stavano svaligiando aveva una vetrina rotta – concludono gli inquirenti – e i locali erano stati messi completamente a soqquadro. Mentre all’interno dell’autovettura è stata rinvenuta tutta la merce trafugata, poi riconsegnata al proprietario, ed una mazza da baseball in legno lunga circa 80 centimetri presumibilmente usata per frantumare la vetrata del negozio". I due giovani accompagnati in caserma sono stati tratti in arresto con l’accusa di furto aggravato in concorso, sottoposti al rito direttissimo presso il Tribunale dopo la convalida dell’arresto, sono stati rimessi in libertà.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sorpresi nella notte a rubare computer, presi due giovani

PalermoToday è in caricamento