Rotoli, via al piano anti emergenza: in arrivo venticinque operai Gesip

Deposito con più di 100 salme in attesa di essere seppellite, sporcizia e degrado tra i viali del cimitero. Il Sindaco convoca un vertice: disposto aumento del personale per pulizia e tumulazioni

Salme in deposito al cimitero dei Rotoli

Venticinque uomini della Gesip tra addetti alla pulizia e giardinieri all’opera da stamattina, almeno 50 salme da tumulare entro 15 giorni per ridurre almeno della metà la presenza delle bare in deposito. Ecco i primi interventi decisi dal sindaco Diego Cammarata per far fronte all’emergenza nel cimitero dei Rotoli. Ieri il Sindaco ha indetto una riunione per individuare tutti gli interventi necessari a migliorare, in tempi rapidi, le condizioni del cimitero. All’incontro hanno partecipato l’assessore ai servizi cimiteriali Roberto Clemente, il liquidatore della Gesip, Massimo Primavera assieme ai dirigenti dei Servizi cimiteriali, Gabriele Marchese e della Protezione civile, Francesco Mereu.

Ordine e decoro: queste le due priorità. Al momento in deposito ci sono più di 100 salme. La Gesip si è impegnata inoltre entro quindici giorni a ridurle a 50 ed a mantenere per il futuro questi numeri. La società ha già provveduto a noleggiare un escavatore e altri mezzi, per consentire l’adeguamento dei campi di inumazione numero 278 e 279, in modo da poter inumare le salme già assegnate.

Disposto pure l’incremento di dieci unità del numero degli addetti alla pulizia fissi presso il cimitero e di 10-15 unità quello dei tumulatori in modo da ridurre i tempi e, quindi, la permanenza presso i depositi delle salme che abbiano una destinazione. Lunedì, intanto, la Protezione civile attiverà tutte le procedure necessarie per consentire a Gesip di effettuare operazioni di pulizia e bonifica nella zona interdetta di tipo B, consentendo alla società di programmare l’intervento per la prossima settimana. Nell’ambito dei progetti da realizzare con fondi Fas destinati alla Gesip, è prevista, invece, nel medio-lungo periodo l’intera ristrutturazione del cimitero, la conversione a gas dell’attuale forno crematorio e la realizzazione di un nuovo forno da affiancare a quello esistente. Sempre per lunedì è stata indetta una nuova riunione con l’obiettivo di trovare ulteriori spazi per le tumulazioni.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

  • I "tre coni" del Gambero Rosso a Cappadonia: suo il gelato più buono della Sicilia

  • Documenti falsi e truffa sulle protesi, bufera all'ospedale Civico: arrestato primario

Torna su
PalermoToday è in caricamento