rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca Romagnolo / Viale Amedeo d'Aosta

Altro che nuova Mondello, chiude la passerella di Romagnolo: "Pericolo per i bagnanti"

La decisione segue di qualche giorno l'esposto presentato in Procura. La struttura, costruita dall'ex Provincia, è stata oggetto di continui atti vandalici

Dopo l'esposto in Procura l'accesso della passerella a mare di Romagnolo è stato inibito ai bagnanti. La struttura, costruita dall'ex Provincia di Palermo, è stata oggetto di continui atti vandalici. E adesso il futuro della passerella - costata 2,3 milioni - diventa un rebus. La decisione è stata presa dal settore comunale dell'area tecnica della Riqualificazione urbana e Infrastrutture "vista la grave condizione in cui si trova il tavolato del pontile in legno". Ci troviamo in via Messina Marine, di fronte a via Amedeo D'Aosta. Uno "schiaffo" per Romagnolo, che in questi giorni era diventato il simbolo del "risveglio" della Costa Sud, con la "sbandierata" revoca dei divieti di balneazione, con la zona "eletta" a nuova - futura - Mondello. Il proveddimento del Comune parla di "grave pericolo per l'incolumità delle persone".

L'area sarà presidiata dalla polizia municipale. "Il nostro esposto in Procura ha sortito gli effetti sperati - dice il capogruppo dei Comitati Civici al consiglio comunale, Filippo Occhipinti -. La struttura è ormai vandalizzata e pericolante. Un'amministrazione comunale che si muove solo su spinta giudiziaria e su pressione popolare è arrivata al capolinea. Adesso aspettiamo di capire cosa il Comune intende fare di questa struttura che simboleggia il degrado della costa Sud, e di cui bisognerebbe controllare le concessioni edilizie. Per riqualificare la costa non bastano gli annunci e qualche panchina, ma servono interventi seri e bonifiche sul fiume Oreto e sul mammellone di Acqua dei corsari. Con la salute non si scherza, nemmeno in campagna elettorale".

A Romagnolo lavori, tuffi e sigilli: chiude la passerella

L'esposto ("un modo per accendere i riflettori su questa vicenda, evitando una futura tragedia che appare sempre più probabile", aveva detto Occhipinti), era stato inviato anche al Prefetto, al sindaco, al demanio marittimo e al Comune. Una richiesta alla magistratura di valutare eventuali profili di illecità penale, individuando i responsabili. Lo scorso dicembre erano stati disposti interventi urgenti. "Ma dopo sette mesi - è la denuncia - non è stato fatto nulla nonostante sia stato individuato il capitolo di spesa da cui prelevare le somme necessarie per effettuare i lavori. "Nessun atto è stato posto in essere per l'affidamento dei lavori - è l'accusa del consigliere comunale Gaspare Lo Nigro -. La struttura è stata totalmente abbandonata e da dicembre niente è stato fatto, disattendendo la delibera. Si tratta di un bene pubblico, costruito con fondi sottratti ad altre importanti iniziative di riqualificazione del territorio".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Altro che nuova Mondello, chiude la passerella di Romagnolo: "Pericolo per i bagnanti"

PalermoToday è in caricamento