Romagnolo, la "Pro Loco" chiede di installare i paletti per limitare accessi in spiaggia

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Dopo quasi due settimane, sabato scorso è stata smantellata una tendopoli selvaggia a seguito dell"ordinanza regionale in materia di prevenzione alla diffusione del Coronavirus. "Ci chiediamo come sia possibile - si legge in una nota della Pro Loco - che nel tratto di arenile subito dopo gli ex Bagni Virzi, non siano stati predisposti agli ingressi liberi alla stessa, i paletti in ferro che si trovano già montati nel tratto precedente che quantomeno contrastino l"uso selvaggio e indiscriminato ancora purtroppo in uso, di auto che arrivano fin dentro la stessa".

"Auspichiamo - scrive nella nota il presidente Colletti - che tale intervento venga ratificato e messo in opera al più presto, anche perché simili interventi di contrasto e prevenzione non vanifichino gli sforzi fin qui effettuati di pulizia quotidiana effettuata dalle maestranze comunali Reset, che negli anni ha reso l"arenile fruibile e rifrequentato creando un meccanismo virtuoso di sinergia positiva con chi, riscoprendo l"arenile sotto casa, si fa controllore di sé stesso e per gli altri per evitare gli scempi che negli anni passati avevano reso questo luogo invivibile":

Torna su
PalermoToday è in caricamento