Ciaculli, l'estrema destra cavalca la protesta: "Case ai palermitani, non ai rom"

CasaPound e Forza Nuova in campo a fianco dei residenti contro il Comune: "No alle corsie preferenziali". Dopo l'assemblea di ieri mattina, incontro tra gli abitanti della zona e l'assessore alla Cittadinanza Solidale Mattina

L'assemblea dei residenti che si è svolta ieri mattina

L'estrema destra cavalca la protesta dei residenti di Ciaculli contro l’assegnazione della villa confiscata alla mafia a dieci rom sgomberati dalla Favorita. "Siamo pronti - afferma il coordinatore siciliano di CasaPound, Vittorio Susinno - a sostenere una battaglia sacrosanta contro le corsie preferenziali che in questa città il sindaco Orlando continua a riservare ai rom". Secondo CasaPound, che da tempo segue le vicende che hanno portato allo sgombero, "è paradossale che dei beni confiscati alla criminalità vengano assegnati a chi ha vissuto nell’illegalità documentata negli anni dagli articoli di cronaca e raccolti in un video". "Non ci beviamo le bufale - conclude Susinno - con cui Orlando cerca di camuffare una realtà che è sotto gli occhi di tutti e lo ribadiremo nelle contrade di Ciaculli, al fianco dei palermitani stufi di essere trattati da cittadini di serie B”.

In campo anche Forza Nuova. "Questa politica scellerata ha il 'merito' paradossale - commenta il segretario provinciale Massimo Ursino - di accendere i riflettori sulle periferie abbandonate di una città allo sbando". "L'assessore Mattina ha dichiarato, dopo i fatti di Torre Maura che hanno visto Forza Nuova in prima fila, di non aver dormito la notte per lo smantellamento blindato delle ultime baracche della Favorita, ma ha poi agito anche peggio: i cittadini hanno appreso della presenza dei nomadi solo grazie al fumo dei roghi e al fetore dei rifiuti bruciati".

Questa mattina intorno alle 11 incontro tra l'assessore alla Cittadinanza Solidale Giuseppe Mattina e i residenti di Ciaculli, che ieri si sono riuniti in assemblea per dire no alla presenza dei rom nel quartiere, per cercare di trovare una soluzione alle criticità emerse. "Un incontro - secondo Forza Nuova - per imporre ancora una volta la linea della preferenza ai rom nell'assegnazione a scopo abitativo di beni confiscati che a questo uso non possono essere destinati". "Siamo pronti a intervenire, le case - conclude Ursino - devono andare ai tanti palermitani senza casa, l'esempio di Torre Maura insegna che dove c'è Forza Nuova ci si batte e si vince".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sembra un'ape ma non è, in estate arriva il bombo: come riconoscere questo insetto

  • Incidente tra via Libertà e via Notarbartolo, medico cinquantenne muore dopo 10 giorni

  • Appalti, scommesse e pizzo: undici arresti per mafia tra Noce e Cruillas

  • Prima un'erezione di 4 ore, poi la morte: come riconoscere il velenosissimo ragno delle banane

  • Folla senza mascherina al Berlin, scatta chiusura: "Denunciato il titolare"

  • Sue le serate più belle del nuovo millennio, Palermo piange per Darin "l'amico di tutti"

Torna su
PalermoToday è in caricamento