A Roccapalumba s'inaugura il Museo del Territorio

Un modo per rivivere la vita antica e, nel contempo, indurre le nuove generazioni a conoscere ed ammirare, ad esempio, le antiche tecniche del ciclo del grano, dell'olio e del vino, l'artigianato e gli antichi mestieri

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Ricordi e storie di Roccapalumba e del suo territorio che raccontano, attraverso minuziosi particolari e dettagli unici, la storia e la tradizione della Sicilia: questo è, in poche parole, il Museo del Territorio, che sarà inaugurato in occasione della festività di San Giuseppe, domenica 19 marzo, alle 16,30 presso i locali del Palazzo Moncada. Un museo che racconta di arte, religione, storia, artigianato, attraverso oggetti rari, che hanno costituito le fondamenta della vita dei nostri antenati e che oggi, per la maggior parte, sono diventati pezzi unici, introvabili e degni di essere esposti. Un modo per rivivere la vita antica e, nel contempo, indurre le nuove generazioni a conoscere ed ammirare, ad esempio, le antiche tecniche del ciclo del grano, dell'olio e del vino, l'artigianato e gli antichi mestieri. A quest'ultimi è dedicata un'intera sezione del museo: dal falegname all'intagliatore, dal calzolaio al fabbro, con annessi strumenti di lavoro del tempo, la tessitrice con un telaio perfettamente funzionante e difficile da trovare ancora ai giorni d'oggi. Entrando nella sezione riguardante la vita domestica, si ha l'impressione di ritornare indietro nel tempo: una riproduzione fedele e accurata dell'antica abitazione, in cui ogni ambiente stupisce per la vastità di dettagli, oggetti, mobili, vestiti, tutto rigorosamente datato nel tempo. Tra le diverse sezioni del Museo del Territorio di Roccapalumba anche una dedicata alla storia religiosa di Roccapalumba e del territorio, comprendente una vasta iconografia, ma anche abitini e altra oggettistica relativa all'associazionismo. Associazionismo che ritroviamo anche nella sezione laica e storica di tutto il territorio, con particolare interesse per Roccapalumba e per i diversi siti archeologici, oggetto di svariati studi. Di notevole importanza è l'attenzione verso le arti figurative: particolarissimi ricami su carta, pitture su tela, pitture su vetro, sculture, rendono l'ambiente ancora più interessante e ammirevole. All'interno del Museo anche la tradizionale "tavulata" in onore di San Giuseppe. All'inaugurazione seguirà, infatti, una degustazione di sfince a largo Roma e l'apertura della "tavulata" a Regalgioffoli, realizzata dall'Associazione "Regalgioffoli nel Cuore" e della "tavulata" di pane votivo presso la Mostra "Io sono il pane della vita". Lunedì 20 marzo, solennità di San Giuseppe, l'apertura delle "tavulate" è prevista per le 9,30. Alle 10,30, invece, i bambini e i ragazzi dell'istituto Comprensivo di Roccapalumba in visita al Museo del Territorio, reciteranno poesie e intoneranno canti in onore del Santo. I prodotti di prima necessità donati dai ragazzi saranno donati alle famiglie in difficoltà.

Torna su
PalermoToday è in caricamento