Roccamena, recuperati i resti di un altro corpo: disposto il sequestro dell'area

Complessivamente sono stati trovati frammenti di sette corpi, sei uomini e una donna. Una delle ipotesi è che si tratti di un cimitero di mafia. Il materiale recuperato sarà portato all'istituto di Medicina legale del Policlinico

L'area dove stata trovata la grotta

E' stata sequestrata dai carabinieri l'area di contrada Casalotto, a Roccamena, dove lo scorso 5 ottobre sono stati trovati dei resti umani. La conclusione delle operazioni di recupero, effettuate dai vigili del fuoco, è prevista per oggi. Complessivamente sono stati trovati resti di sette corpi, sei uomini e una donna. I frammenti recuperati saranno portati all'istituto di Medicina legale del Policlinico.

Sul posto durante tutte le operazioni erano presenti, oltre ai militari dell'Arma, anche un antropologo e un archeologo forense.  A segnalare ai militari la presenza dell'ossario,  che secondo le prime ipotesi potrebbe essere un cimitero di mafia, sarebbe stata una fonte confidenziale. L'inchiesta è coordinata dalla Dda di Palermo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Poliziotto della questura di Palermo si suicida lanciandosi da un viadotto

  • Incidente stradale, morta a 42 anni ginecologa palermitana

  • Pestato durante una lite con la moglie, 41enne muore al Civico

  • Ferragosto tragico: si tuffa in mare e muore annegato ad Aspra

  • Papireto, tenta suicidio ma si schianta al piano di sotto: ferita una donna

  • Auchan, ruba 63 barattoli di pesto di pistacchio: arrestato

Torna su
PalermoToday è in caricamento