Domenica, 21 Luglio 2024
Cronaca Tommaso Natale / Via Costantino

Ritrovato il furgone con gli strumenti musicali di Meg, il concerto ai Candelai si farà

Individuato il mezzo, dentro cui c'erano attrezzature per 20 mila euro, abbandonato in via Costantino, a Cardillo. Era stato rubato poche ore prima in un hotel dove l'ex cantante dei 99 Posse ha passato la notte insieme al resto della band. L'artista su Facebook: "Abbiamo alzato un polverone. Ringraziamo la polizia"

Il concerto di Meg ai Candelai si farà. La polizia ha ritrovato il furgone della cantante napoletana che questa sera si esibirà con il suo gruppo per la terza tappa del tour Vesuvia. Il mezzo, rubato la scorsa notte nel parcheggio di un hotel nella zona di San Lorenzo, è stato rintracciato in via Costantino, a Cardillo, abbandonato in mezzo alla strada. A lanciare un appello tramite i social era stata l'artista, ex componente dei 99 Posse, che aveva chiesto una mano per trovare la refurtiva così da poter assicurare lo svolgimento dell'evento di stasera.

Meno di un'ora fa la stessa Meg aveva tranquillizzato i fan dicendo che il concerto, grazie al contributo degli amici e degli organizzatori, si sarebbe fatto ugualmente. Nel pomeriggio il titolare dei Candelai, Fabio Schillaci, ha presentato denuncia in questura dando il via alle indagini. Qualche ora dopo gli agenti del commissariato San Lorenzo sono riusciti a individuare il mezzo che i ladri, temendo forse di aver roba "scottante" tra le mani, potrebbero aver preferito lasciarlo per strada. Anche se potrebbero averlo lasciato lì per recuperarlo in un secondo momento,

"Sono senza parole - ha scritto Meg successivamente - e grata a tutti coloro che hanno condiviso il post, lo hanno commentato o mi hanno scritto in privato. Abbiamo alzato un polverone degno di nota. Ma sopratutto ringrazio il commissariato San Lorenzo, la questura di Palermo e tutta la polizia di Stato. Grazie anche a chi, amici e organizzatori, ha lavorato per poter comunque fare il concerto di questa sera, non sarebbe stato giusto privare Vesuvia e Palermo della musica! Quindi, a tra poco!". E chissà se Meg, oggi, non abbia sorriso al pensiero di dovere andare in commissariato per sentirsi dire: "Signora, un documento".

Meg dopo il ritrovamento del furgone

"Il mancato ritrovamento non solo avrebbe annullato la data di Palermo e Messina - dice Fabio Schillaci, titolare dei Candelai - ma avrebbe messo a rischio tutto il tour dell’artista con notevoli danni economici e di immagine per tutti. Grazie ancora per la sicurezza ed il conforto che ci è stato dato dalla Polizia e da tutti coloro che in rete si sono mobilitati immediatamente per comunicare la notizia". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ritrovato il furgone con gli strumenti musicali di Meg, il concerto ai Candelai si farà
PalermoToday è in caricamento